Proprio come in Cina, l’inquinamento atmosferico si riduce drasticamente in Italia a causa del Coronavirus

Dopo che il paese è stato messo in quarantena e tutte le attività industriali rallentate, l’inquinamento atmosferico è diminuito drasticamente in Italia.

Proprio come la Cina, il cui inquinamento è diminuito dal 10 al 30% da quando la popolazione è stata messa in quarantena a causa del Coronavirus, l’Italia sta vivendo una drastica riduzione dell’inquinamento atmosferico. L’Agenzia spaziale europea (ESA) ha condiviso le immagini catturate dal satellite Sentinel-5P di Copernicus, che mostrano questa diminuzione tra il 14 febbraio e l’8 marzo 2020.

Credito immagine: ESA

Collegate al Coronavirus, le chiusure di scuole e aziende, oltre alla riduzione del traffico e delle attività, stanno provocando un forte calo del biossido di azoto nell’aria. ” Siamo così fiduciosi che la riduzione delle emissioni che possiamo vedere coincida con il blocco in Italia, portando a una riduzione del traffico e dell’attività industriale.“Spiega il direttore della missione dell’Agenzia spaziale europea Klaus Zener.

Non si conoscono ancora gli effetti del calo dell’attività in Francia sull’inquinamento atmosferico, ma la situazione sarà indubbiamente simile. ” Questo calo si è sviluppato da gennaio. È importante in generale, e non solo in Italia. Abbiamo monitorato questi sviluppi in Cina e in tutta Europa. C’è una forte tendenza al ribasso in molte regioni del mondoSpiega Simonetta Chile, della Divisione di osservazione della Terra dell’Agenzia spaziale europea.

READ  Handling Euro - Sacra Italia: La Collezione Premium

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *