Perché il lato nascosto della Luna interessa così tanto Pechino?

Perché il lato nascosto della Luna interessa così tanto Pechino?
NASA Il lato nascosto della Luna fotografato dal Lunar Reconnaissance Orbiter statunitense.

NASA

Il lato nascosto della Luna fotografato dal Lunar Reconnaissance Orbiter statunitense.

Spazio – La corsa verso la Luna continua e la Cina si prepara a inviare ancora una volta una sonda sul lato nascosto della Luna. Ma a differenza della missione Chang'e 4 del 2019, che è semplicemente atterrata sul lato nascosto del nostro satellite naturale, Chang'e 6 mira a riportarci campioni di questo luogo misterioso. Per la prima volta nella nostra storia spaziale.

Il lancio della sonda Chang'e 6 è previsto per il 3 maggio dal Centro spaziale Wenchang, situato sull'isola di Hainan in Cina. Una missione che verrà portata a termine grazie al potente razzo Longue March 5 che ha già trasportato la sonda Chang'e 5 sulla Luna. Il viaggio verso il nostro satellite naturale dovrebbe durare circa un mese prima che Chang'e 6 atterri nel bacino del Polo Sud-Aitken presso il cratere Apollo.

La località è stata scelta volutamente, perché in questo bacino, con un diametro di 2.500 km, è uno dei luoghi dove lo spessore della crosta lunare è più sottile. “L'asteroide che ha creato questo bacino ha sfondato la crosta e ha raggiunto il mantello della Luna. Quindi possiamo riportare campioni, che sono fuori portata sulla Terra, perché la crosta continentale del mantello terrestre è spessa 35 chilometri.”Lo spiega all'HuffPost Francis Rocard, astrofisico e responsabile dell'esplorazione del sistema solare presso il Centro nazionale per gli studi spaziali (CNES). “La struttura dell’apparente è come l’apparente? “Questo è qualcosa che ancora oggi è sconosciuto.” Viene pesato sulla bilancia.

READ  Il primo studio sul magnetismo del nichel ha trovato una forte correlazione con i superconduttori di rame

Il lato nascosto, quasi inesplorato

Se il lato nascosto della Luna è ancora per noi un mistero è perché sono state effettuate pochissime missioni esplorative. Sicuramente è stato studiato e mappato grazie ai sensori che hanno volato sopra di esso. Come puoi vedere nella foto qui sotto:

Topografia dei lati visibili e lontani della Luna
NASA Topografia dei lati visibili e lontani della Luna

NASA

Topografia dei lati visibili e lontani della Luna

Tuttavia, è stato solo nel 2019, durante la missione cinese Chang’e 4, che una macchina è atterrata lì per la prima volta. Un modo per Pechino di dimostrare le sue capacità contro le altre grandi potenze spaziali.

La Cina ha scelto di prestare attenzione al lato nascosto della Terra per svolgere il suo ruolo “primo” che susciterà l’interesse globale per la restituzione dei campioni. In effetti, la conoscenza geologica sulla Luna e sulla sua composizione deve molto ai campioni riportati principalmente dalle missioni Apollo americane, così come dalla Luna sovietica, che provengono tutti dal lato visibile.“, precisa Isabelle Surbes-Vergé, geografa e direttrice di ricerca presso il Centro nazionale per la ricerca spaziale, specializzata in politica spaziale.

Una volta atterrato, Chang'e 6 avrà solo 48 ore sulla superficie lunare per raccogliere campioni prima di decollare nuovamente verso la Terra. Se tutto andrà bene, la missione dovrebbe durare 53 giorni, quindi la sonda dovrebbe tornare sul nostro pianeta entro la metà di giugno.

Vedi anche su HuffPost :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *