Per contrastare gli incendi, Béchu annuncia le “Previsioni meteorologiche forestali”

Per contrastare gli incendi, Béchu annuncia le “Previsioni meteorologiche forestali”
THIBAUD MORITZ via Getty Images Un vigile del fuoco lavora per spegnere un incendio ai piedi della Dune du Pilat vicino a La Teste-de-Buch, 13 luglio 2022.

THIBAUD MORITZ via Getty Images

Dal 1 giugno, Météo-France distribuirà una mappa delle previsioni del rischio di incendi boschivi per dipartimento. (Un vigile del fuoco lavora ai piedi della Dune du Pilat vicino a La Teste-de-Buch, 13 luglio 2022.)

Ambiente – Il bollettino meteorologico si espanderà ulteriormente. nuovo “tempo della giungla” Un avviso alla popolazione del pericolo di incendi sarà trasmesso quotidianamente da Météo-France dal 1 giugno fino almeno alla fine di settembre, ha annunciato questo martedì 25 aprile il ministro della Transizione ambientale Christophe Picchut.

Questa nuova mappa previsionale, annunciata dal Presidente della Repubblica a ottobre dopo un’area in fiamme quasi record nell’estate del 2022, mostrerà il grado di pericolo a livello dipartimentale attraverso un codice colore che va dal verde (basso) al nero ( molto alto) a giallo (medio) e rosso (alto).

Sensibilizzare il pubblico

Sarà pubblicato ogni pomeriggio sul sito web di Météo France e poi messo a disposizione di tutti i media.Lo ha detto il ministro, aggiungendo che pochissimi Paesi in Europa lo hanno pubblicato, solo Finlandia ed Estonia.

Le previsioni saranno fatte, in collaborazione con l’Ufficio Nazionale delle Foreste (ONF), da dati, come la siccità della vegetazione, insieme a un Forest Weather Index (IFM) che misura la propensione degli incendi a propagarsi. Per diversi parametri meteorologici (temperatura, vento, umidità, ecc.).

Questo entrerà nella comunicazione quotidiana durante il periodo estivo, insieme al tempo della spiaggia o del mare e giustificato dal forte aumento dei rischi legati al riscaldamento globale. Nella vita quotidiana dei francesiIl ministro ha commentato.

“Aiuterà tutti a prestare attenzione e comprendere meglio eventuali decisioni locali di vietare le passeggiate nella foresta, ad esempio, quando la posta in gioco è troppo alta”.Lo ha spiegato Christophe Picchut durante una conferenza stampa al Ministero alla presenza dell’amministratore delegato di Météo-France Virginie Schwarz.

READ  Dubbi sul nuovo acceleratore di particelle giganti

Comunicazione relativa alla rimozione delle spazzole e alle mappe satellitari

“Il 90% degli incendi è di origine umana e più della metà è causato da gesti stupidi: mozziconi di sigaretta, barbecue, tapis roulant,…”Il ministro convocato di nuovo dicendo a se stesso ‘particolarmente preoccupato’ Entro l’estate del 2023. Nel 2022, la stagione degli incendi è disastrosa “72.000 ettari, inclusi 60.000 ettari di foresta, sono andati in fumo”.

Questo strumento, rivelato prima dell’estate che si preannuncia di nuovo molto secca, oltre ad altre misure preventive: Abbiamo appena inviato a casa 2,3 milioni di volantini. Persone che vivono ai margini delle foreste e sono interessate dagli obblighi legali di compensazione applicabili per decenni Ma solo il 30%, in media, lo ha rispettato, secondo il ministro.

Le mappe satellitari dovrebbero essere inviate ai sindaci per indicare le aree a rischio nel loro comune. Parallelamente, A.N “Tempo a macchia d’olio”Uno strumento più raffinato destinato ai vigili del fuoco e alle autorità, sarà esteso quest’estate da 15 a 34 dipartimenti, e poi 55 nel 2024, grazie in particolare alla creazione di 17 posti dedicati a Météo-France, secondo Virginie Schwartz.

Vedi anche su HuffPost:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *