Cosa attende Rashid, il primo rover lunare per gli Emirati Arabi Uniti, sulla luna

Cosa attende Rashid, il primo rover lunare per gli Emirati Arabi Uniti, sulla luna

Se tutto va bene, la macchina robotica dovrebbe iniziare la sua missione martedì, con un unico obiettivo: comprendere meglio la composizione del suolo lunare.

Rotolerà sulla luna. Al termine di una discesa di circa un’ora dall’orbita lunare, Rashid, un piccolo “rover” o “veicolo spaziale” del peso di 10 chilogrammi e 50 centimetri, dovrebbe iniziare la sua missione, questo martedì 25 aprile, nel cuore dell’enorme cratere Atlas , una regione inesplorata così lontana dal satellite naturale della Terra. L’auto è un risultato Cooperazione internazionale Guidata dagli Emirati Arabi Uniti, è la prima per la giovane Agenzia Spaziale degli Emirati Arabi Uniti e un traguardo che finora hanno raggiunto solo tre Paesi, ovvero Stati Uniti, Russia e Cina.

>> Colore obiettivo: tre donne francesi sono al centro di controllo della Rover Rashid nella prima missione negli Emirati Arabi Uniti

Una volta lanciato a terra dal lander che lo ha protetto sin dal suo lancio lo scorso dicembre, il velivolo, dotato di quattro ruote scanalate e pannelli solari su entrambi i lati, dispiegherà su di esso un albero, una delle tre telecamere sviluppate dalla francese Centro nazionale per gli studi spaziali. .

condizioni estreme

Cedric Vermontois, Project ManagerAgenzia spaziale franceseE Questo arrivo dal centro di controllo di Dubai segue con una certa tensione. “Quindi abbiamo fornito tre fotocamere, incluse due fotocamere ultra grandangolari. Montati davanti e dietro, consentono la navigazione rover. La terza fotocamera ha una lente da microscopio che consente l’analisi con una risoluzione in pixel inferiore a 100 micron.dice lo specialista.

Un’altra sfida per queste telecamere è il funzionamento in condizioni difficili. “All’inizio la temperatura sarà molto negativa, possiamo scendere fino a -40 gradi sulla fotocamera, e per quanto riguarda il picco di temperatura sulla Luna, saliremo fino a 85 gradi”, specifica Cedric Vermontuis.

Selezionati quattro siti di allunaggio: tutti di grande interesse scientifico.  (CRPG/MBRSC/TUD (2022))

L’età di un giorno lunare

Con questi “occhi”, che forniranno immagini a colori, integrati da altri strumenti di bordo, il rover sarà in grado di analizzare il suo ambiente immediato e questo suolo lunare che gli scienziati chiamano regolite, che coprirà per poche centinaia di metri in tutto.

È davvero molto diverso da quello che vedi sulla Terra, Spiega Sylvain Breton, Research Associate al CRPG, Centro di Ricerca Specializzata dell’Università della Lorena. C’è molta polvere, molti sassolini di diverse dimensioni. Lo scopo di questo compito è soprattutto quello di descrivere questa regolite, sia la sua composizione, ma anche la dimensione dei grani al suo interno.

La missione della sonda deve durare un giorno lunare, equivalente a quattordici giorni terrestri, prima che venga la notte a spegnere i suoi dispositivi, senza dubbio una volta per tutte.

READ  Lo studio ha rivelato cosa succede quando la Terra è esposta ai lampi del sole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *