Mr. Mitsotakis: Il Natale è un massimo di nove persone – sarò uno dei primi a farmi vaccinare

Il primo ministro, Kyriakos Mitsotakis, ha fatto appello a tutti per evitare traslochi, ma anche per non superare le nove persone al massimo durante le vacanze, in un’intervista approfondita ad Alpha.

Ha spiegato che sarebbe stato uno dei primi a fare il vaccino, descrivendo i due sistemi di registrazione dei casi come “bugie”, mentre apriva le sue carte sull’epidemia, su come festeggiare il Natale, quando finirà la chiusura e quando inizierà la vaccinazione. Quanto al prossimo vertice in Turchia, ha stimato che “l’Unione europea non metterà a repentaglio il suo prestigio”.

Riguardo alla questione principale dell’affrontare l’epidemia e il corso dell’apertura del Paese, il premier ha affermato che non si tratta solo del numero dei casi, ma anche della pressione sul sistema sanitario, aggiungendo che soprattutto la Grecia settentrionale “è stata messa alla prova ed è ancora in fase di sperimentazione”. È importante mantenere la NSS in posizione verticale, ha detto, per dare fiato a medici e infermieri che stanno combattendo un’orribile battaglia, descrivendo con ottimismo il fatto che la pressione sta iniziando a diminuire e allo stesso tempo spiegando perché il blocco dovrebbe essere rimosso con tanta attenzione passi.

“Se mi chiedi di mettere la tua mano sul mio cuore, è probabile che (intrattenimento notturno) non funzionerà fino a quando non avremo un’enorme immunità dalla popolazione”, ha detto. Commentando il motivo per cui i casi non sono caduti così rapidamente come ci aspettavamo, il primo ministro ha affermato che le misure non sono state seguite con l’intensità e la coerenza che speravamo.

Vaccino più forte raggio di ottimismo

Riguardo al vaccino in particolare, ha risposto che “questo è il raggio di ottimismo più forte”. Ha detto che non c’è altro modo per riavere le nostre vite nelle nostre mani e proteggere i cittadini a rischio che vaccinare il 70% della popolazione.

Ha detto che lui e la sua famiglia saranno i primi o i primi a farsi vaccinare, con il Presidente della Repubblica e – perché no? Con tutti i leader politici. “Dobbiamo inviare il messaggio che il vaccino è sicuro. È importante superare i sospetti di un segmento insignificante della società che teme”. “Capisco un po ‘la fobia, ma i vaccini sono sicuri e fanno miracoli”, ha detto.

A questo punto ha fatto riferimento alla sua “esperienza personale con una malattia che non era presente dal 77”. “Mia madre soffriva di poliomielite. Ha subito una dolorosa operazione per tornare a camminare”. Ha detto: “La poliomielite non esiste oggi perché siamo tutti vaccinati”, sottolineando che “i vaccini funzionano. Sono sicuro che lo stesso accadrà con il vaccino Covid “.

READ  Papa Francesco in Plaza de Espana, Roma - per evitare il sovraffollamento | Globalismo

Allo stesso tempo, ha sottolineato che “saremo pronti per la vaccinazione”, che ha descritto come un esercizio molto complesso e ha invitato tutti a partecipare alla campagna. Ha detto che la vaccinazione inizierà a gennaio, indicando che “non inizieremo a ottenere l’immunità prima di febbraio”, sottolineando che l’ottimismo non dovrebbe portarci nuovamente all’autocompiacimento.

Come ha detto il Primo Ministro, “non abbiamo mai visto un vaccino globale in così poco tempo e ha espresso la sua preoccupazione quando ha sentito gli scienziati dire che un vaccino non è la soluzione. Naturalmente, questa non è l’unica soluzione, ma al momento non abbiamo un altro strumento”.

Teorici della cospirazione

Ha detto ai teorici della cospirazione che sono ovunque e che il movimento anti-vaccinazione era già in atto, indicando che “potremmo essere in una posizione migliore rispetto ad altri paesi europei”. Gli anziani in particolare sono più pronti a essere vaccinati e saranno i primi con i nostri operatori sanitari “.

“Ci sono quelli che possono essere giustificatamente spaventati e vorrebbero che altri lo facessero per primi, li convinceremo”, ha detto, aggiungendo che ce ne sono altri. Abbiamo il quadro giuridico e la volontà di impedire la diffusione di notizie false. Credo nella dichiarazione di persuasione, non nell’imposizione di sanzioni. Ci stiamo preparando per una campagna globale, una mobilitazione comunitaria globale. “Non finiremo questa avventura a meno che non raggiungiamo un alto livello di vaccinazioni”, ha detto.

“L’immagine senza maschera è sbagliata, non sono andato a fare esercizio.”

Per quanto riguarda l’incidente di Parnitha, il signor Mitsotakis ha osservato: “È stato sbagliato per me accettare di filmare senza maschera, non che sono andato a Parnitha per esercitare. Faccio anche autocritica personale. Forse sono stato ferito da un po ‘di negligenza. Ma mi ha dato l’opportunità di riflettere sull’esempio che ha dipinto. Politici “.

“E ‘una menzogna che ci sia un secondo sistema di registrazione”.

“Ho detto che avrei potuto chiudere Salonicco o la Grecia settentrionale prima, ma non c’era nessun suggerimento del genere in quel momento”, ha detto Kyriakos Mitsotakis. “Stiamo seguendo i dati in grande dettaglio”.

Quindi, in risposta a una domanda correlata, il Primo Ministro ha dichiarato che il signor Tsiodras gli fornisce tutti i dati tre volte alla settimana e ha affermato: “È una bugia che ci sia un secondo sistema di registrazione. Abbiamo dati molto buoni e in base a questi abbiamo preso le nostre decisioni”.

READ  Italia - Serie A: L'Inter dà motivi per cambiare stemma

“Stiamo osservando come le persone si muovono nell’area. Tutti i dati vengono inseriti nel sistema di analisi. Tutti vediamo gli stessi dati”, ha aggiunto, aggiungendo che “è sbagliato focalizzare il dibattito su questa dimensione del problema, perché se non crediamo nei dati, non saremo in grado di prendere decisioni”. Giusto. “

Come ha detto il signor Mitsotakis: “Abbiamo fatto del nostro meglio. Ho anche identificato gli aspetti che probabilmente seguiranno, sapendo quando faremo alcune cose in modo diverso”. A luglio sarò più duro con il messaggio generale che l’epidemia tornerà.

Supporto NSS

Per quanto riguarda il rafforzamento della NSS, ha notato che sono stati nominati 7.000 medici e infermieri e che è aumentato il numero di letti di terapia intensiva. Abbiamo anche aggiunto forze dal settore privato, se necessario. Abbiamo lavorato bene con il settore privato, visto che la cooperazione non ha funzionato, siamo passati alla logica del sistema. “C’è un sistema sanitario nazionale e le forze del settore privato si stanno mobilitando”.

Secondo il signor Mitsotakis, il periodo verso la fine di ottobre è stato molto difficile. “Lì abbiamo assistito alla dinamica del grande aumento dei casi. Abbiamo scelto di procedere al blocco generale in modo più rilassato rispetto a quello che abbiamo implementato a marzo e aprile. L’aumento dei casi è stato così preoccupante che penso che stessimo per adottare misure più severe”. Tutti i profeti che fanno le cose in modo diverso “.

Riavvia l’economia

Per quanto riguarda il ritorno dell’economia, ha detto: “Abbiamo iniziato e vogliamo accelerare per farci sentire a nostro agio, perché un’apertura ragionevole non porterà a una terza ondata”.

Per quanto riguarda le scuole, ha detto che le scuole non apriranno ancora, e nemmeno il ristorante, pur sottolineando che il trasporto da un quartiere all’altro non è consentito.

“La quarantena non è stata così dura come lo era a marzo e le persone di solito sono stanche”, ha detto, aggiungendo che si è reso conto di quanto fosse difficile restare a casa sua. Comunque, sperava che potessimo salvare qualcosa del periodo natalizio.

Per quanto riguarda i settori colpiti, ha detto che saremo al loro fianco, soprattutto per quanto riguarda l’intrattenimento notturno, ha affermato che c’è un grosso problema nella diffusione del virus. “È improbabile che l’intrattenimento notturno abbia successo fino a quando non verrà effettuata la vaccinazione di massa della popolazione”, ha detto.

READ  Mercato dell'intrattenimento per famiglie / al chiuso per produttore, regione, tipo e applicazione, prospettive per il 2026 - Ave & Buster's, CEC Entertainment, LOVE YOYO, Main Event Entertainment, Legoland Discovery Center

Ha sottolineato che “lo stato, insieme ai cittadini, sopporta gli oneri degli stipendi delle imprese, li sostiene con denaro contante in un modo senza precedenti, sostiene coloro che affittano negozi, negozi e uomini d’affari e trasferisce gli obblighi dei cittadini”, descrivendo un pacchetto importante che hanno preservato. L’economia produttiva sopravvive.

Ma ha detto che la recessione economica dal 9% al 10% non lascia ferite, sottolineando che “ciò che abbiamo fatto è far andare avanti l’attività. Saranno in grado di adempiere gradualmente ai loro obblighi nei confronti dello Stato. Abbiamo collegato l’anticipo con la protezione del lavoro”.

“L’Unione Europea non metterà a repentaglio il suo prestigio”

Intervenendo al vertice di giovedì, Mitsotakis ha detto: “Penso che l’Unione europea non metterà a repentaglio la sua posizione”.

Tutto è sul tavolo, ma il diritto di veto lo fa qualcun altro, non la Grecia, come ha sottolineato che “la stragrande maggioranza dei paesi concorda con le posizioni della Grecia, tutto è sul tavolo e la Turchia deve rivalutare i suoi rapporti con l’Europa”.

Il primo ministro ha sottolineato che “quello che abbiamo ottenuto è trasformare le differenze greco-turche in differenze tra Europa e Turchia. Ha aggiunto che questo non era accaduto in passato, sottolineando che c’è bisogno di un’azione diplomatica organizzata”.

Ha ribadito che la Grecia è pronta per la discussione con la Turchia, dicendo: “Siamo pronti per la discussione, ma dobbiamo, come richiesto dai vicini, l’unica questione relativa alla delimitazione dei confini delle zone marittime e della zona economica esclusiva”.

Mitsotakis ha indicato che, in caso di controversia, andremo alla Corte internazionale di giustizia dell’Aia, aggiungendo che “la Grecia è d’accordo con Egitto, Italia e Albania, quindi perché quello che hai fatto con 3 paesi, non può farlo con la Turchia?”

Ha sottolineato, tuttavia, che è la Turchia che deve cambiare posizione, indicando che “avremo bisogno di un periodo di calma pratica”. Ha anche detto che Ankara ha avuto l’opportunità di ritirare Orots Reyes da ottobre, ma lo ha fatto 10 giorni prima del vertice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *