Meta lancia il test iniziale per disattivare le conferme di lettura nei messaggi diretti

Meta lancia il test iniziale per disattivare le conferme di lettura nei messaggi diretti

Questo sarà un aggiornamento gradito per molti utenti IG e Facebook.

Meta ha annunciato oggi che presto avrai la possibilità di disattivare le conferme di lettura per i tuoi messaggi diretti, in modo da poter controllare quando gli indicatori “letto” e “visualizzato” del mittente appaiono nei flussi di messaggi.

Come puoi vedere in questo esempio, su Instagram, vedrai presto un interruttore per disattivare le conferme di lettura, con lo stesso impostato anche per espandersi ad altri strumenti di messaggistica in Meta. Quindi, se non vuoi che le persone vedano che hai letto i loro messaggi diretti, puoi semplicemente rimuovere la notifica “Visualizzati” e tenerli con il fiato sospeso.

Senti, personalmente, non trovo che questo sia un grosso problema, dato che la maggior parte delle persone sa che non sempre risponderai subito. Ma per altri può essere un problema, perché possono distrarsi e passare ad altro, e poi dimenticare di rispondere a qualcosa per molto tempo, quando il destinatario è ben consapevole di averlo visto.

Questo può far sentire le persone non amate, poco importanti o semplicemente sconvolte dal fatto che non presti loro attenzione. Ora puoi semplicemente spegnerlo e far finta di non averlo mai visto prima finché non rispondi, salvando il mondo da ulteriori sofferenze.

Era un’aggiunta tanto necessaria e molti accoglieranno favorevolmente la notizia.

Per i brand, anche questo può essere utile. Voglio dire, vuoi rispondere alle richieste dei clienti il ​​più rapidamente possibile, come sempre, ma forse, disattivare le ricevute, potrebbe aiutare a gestire le aspettative.

Meta afferma che sta lanciando un test iniziale limitato del nuovo interruttore, con l’obiettivo di diffonderlo su più ampia scala nel prossimo futuro.

READ  HomePass Wi-Fi Plume Test: se stai cercando una rete wireless veramente intelligente, eccola qui!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *