Mangiare insalate nello spazio pone un problema inaspettato

Mangiare insalate nello spazio pone un problema inaspettato

L'insalata è la dieta preferita degli astronauti sulla Stazione Spaziale Internazionale. Ma uno studio sottolinea i rischi per la salute: gli scoiattoli spaziali hanno maggiori probabilità di trasportare malattie.

Ci sono molte sfide nel vivere nello spazio, dalle unghie alla mente. Il potere è sorprendentemente uno di questi. la ragione ? UN Stare Una ricerca pubblicata nel gennaio 2023 mostra che alcuni alimenti sono particolarmente vulnerabili alle infezioni batteriologiche nell’ambiente spaziale.

L'esperimento è stato condotto presso l'Università del Delaware, dove diverse piante commestibili – come la lattuga – sono state sottoposte a simulazione di assenza di gravità: la microgravità creata dalla rotazione. Rispetto alle piante in gravità normale, le piante in microgravità erano più adatte alla crescita della salmonella, un agente patogeno umano.

Le piante sono sensibili ai batteri a gravità zero

I batteri del genere Salmonella causano infezioni – salmonellosi – che possono essere molto gravi, con febbre, vomito e diarrea. Ma come fanno questi batteri ad acquisire potere e perché lo spazio lo incoraggia?

L'astronauta Shane Kimbrough con un'insalata coltivata con metodo idroponico sulla Stazione Spaziale Internazionale.  // Fonte: NASA
L'astronauta Shane Kimbrough con un'insalata coltivata con metodo idroponico sulla Stazione Spaziale Internazionale. // Fonte: NASA

L’ambiente della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) è pieno di tutti i tipi di batteri e funghi: organismi che trasportano malattie. Per proteggersi dagli attacchi di questi tipi di microbi, le piante solitamente hanno un meccanismo: gli stomi. Questi sono i pori presenti nelle foglie e negli steli. Permettono alla pianta di respirare. In situazioni stressanti, come il confronto con i batteri, questi pori si chiudono, impedendone l’accesso.

Queste lacune diventano il problema nello spazio. Perché in un ambiente di microgravità, i ricercatori hanno incontrato piante con batteri e hanno scoperto che le piante non chiudevano i loro stomi in queste condizioni. Infatti, in assenza di gravità, hanno maggiori probabilità di ospitare batteri infettivi.

READ  Stato delle acque sotterranee al 1 luglio 2022 (BRGM)

“È importante capire meglio come i batteri patogeni interagiscono con la microgravità”.

Poi, quando queste piante vengono mangiate, i batteri vengono trasmessi agli esseri umani, che contrarranno la malattia.. In breve: autorità sui pericoli delle malattie nello spazio. I ricercatori non si aspettavano di fare una scoperta del genere: che i pori rimanessero aperti nonostante la presenza del fattore di stress. inaspettato », spiegano.

Dobbiamo prepararci a ridurre i rischi nello spazio per coloro che attualmente vivono a bordo della Stazione Spaziale Internazionale e per coloro che potrebbero viverci in futuro “, Avvisare Callie Knell, professoressa di sicurezza alimentare e coautrice di questo lavoro. ” È importante comprendere meglio come i batteri patogeni rispondono alla microgravità al fine di sviluppare strategie di mitigazione adeguate. »

Come salvare i poteri degli astronauti

Tuttavia, le verdure verdi sono una dieta preferita dagli astronauti, in particolare per i loro benefici, ma anche perché sono facili da coltivare in un ambiente come la Stazione Spaziale Internazionale. Naturalmente, la sterilizzazione primaria degli alimenti è una possibilità. Ma come dicevamo: l’ambiente spaziale, a bordo della stazione, è esso stesso ricco di batteri che possono poi insinuarsi nel cibo.

La soluzione potrebbe essere genetica. Sia modificando volontariamente il patrimonio genetico di alcune piante, per adattarle allo spazio, sia trovando una varietà che abbia già questa particolarità. O entrambi: trovare una varietà adattata naturalmente aiuterebbe l’adattamento genetico ad altre specie. ” Se troviamo, ad esempio, che una varietà chiude gli stomi rispetto ad un'altra (…) che li apre, possiamo allora provare a confrontare la genetica di queste due varietà [variétés] Diverso “, spiegano gli autori.

Per più

Thomas Pesquet durante l'allenamento.  // Fonte: NASA/Robert Markowitz, 2020Thomas Pesquet durante l'allenamento.  // Fonte: NASA/Robert Markowitz, 2020

READ  Istruzione: Jean-Michel Blanquer assicura che ci saranno abbastanza insegnanti di matematica all'inizio dell'anno scolastico

Se ti è piaciuto questo articolo, ti piacerà anche il seguente: Non perderlo iscrivendoti In Numerama su Google News.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *