L’unico fossile di dinosauro conservato è “unico”

Lo Psittacosaurus potrebbe aver usato il suo buco “ unico ” per segnalare durante il corteggiamento, insieme al suo apparente scopo principale. Credito: Bob Nichols / Paleocreations.com 2020.

È incredibile come gli scienziati siano stati in grado di conoscere le vite segrete dei dinosauri, creature che si sono estinte più di 65 milioni di anni fa, semplicemente studiando i loro resti fossili. Ovviamente, ci sono ancora molte parti in sospeso in sospeso di documenti fossili incompleti e dovuti al fatto che molte caratteristiche anatomiche raramente, se non mai, si degradano. Questo è il motivo per cui gli scienziati sono entusiasti del primo sfiato cloacale di dinosauro veramente conservato, che è il nome scientifico dell’estremità finale del sistema digerente negli uccelli e negli anfibi, noto anche come botthol.

Ma questo non è un buco come qualsiasi altra cosa. Parlando con Scienze viventiJacob Finther, un paleontologo dell’Università di Bristol nel Regno Unito, ha affermato che la cloaca dei dinosauri che ha studiato non era la stessa di quella degli uccelli. È molto simile a un coccodrillo, con piccoli sbuffi vicino al mantello che potrebbero aver contenuto ghiandole odorose di muschio con un possibile ruolo nel corteggiamento. Tuttavia, per molti aspetti, la cloaca dei dinosauri era davvero unica.

La cloaca più antica del mondo è stata trovata seduta in una scatola di fossili al Museo di Storia Naturale Senckenberg di Francoforte, in Germania, e appartiene a un dinosauro delle dimensioni di un cane chiamato Psittacosaurus.

La cloaca non è il tuo tipico. È come l’ano, poiché è l’apertura attraverso la quale i prodotti di scarto alla fine lasciano il corpo dopo il loro viaggio attraverso il tratto intestinale. Ma il portello, il cui nome deriva dalla parola latina per “fogna”, svolge anche un ruolo nei rapporti sessuali e nell’estrusione di prole o uova.

READ  Le estinzioni di massa della vita sulla Terra avvengono in cicli di 27 milioni di anni: Studio

Il buco fossilizzato è stato appiattito nel corso di milioni di anni fino a quando non è stato scoperto da un bacino in Cina decenni fa. Mentre lavorava a uno studio diverso, Finther è rimasto scioccato nello scoprirlo PsittacosaurusIl retro era intatto dopo tutti questi anni e ha subito reclutato i colleghi per ricostruirlo in 3D. Il suo team comprende Robert Nichols, artista di lunga data, e Diane Kelly, biologa dell’Università del Massachusetts Amherst specializzata nello sviluppo degli organi riproduttivi.

Apertura pietrificata, parte superiore e sua ricostruzione da parte degli autori. Credito … J. Finther, R. Nichols e il Dr. Kelly, Current Biology 2021

Per ricostruire la cloaca dei dinosauri, il team ha dovuto studiare centinaia di arti posteriori conservati, dagli anfibi ai polli. A giudicare da questi riferimenti e dai fossili a loro disposizione, i ricercatori credono di sì PsittacosaurusEra affiancato da un paio di lembi di pelle scura, che sembravano diversi da qualsiasi gruppo vivente noto alla scienza.

I tessuti molli dei dinosauri sono estremamente rari, quindi non sorprende che l’interno di una cloaca non possa essere analizzato. Ma se la parte posteriore di un dinosauro somigliava a qualcosa di simile a un coccodrillo, probabilmente conteneva un pene o un clitoride.

Abbastanza opportunamente, un fossile di cloaca è stato trovato accanto a una massa fossile di feci, indicando che il dinosauro stava defecando quando improvvisamente si arrese e i suoi fossili furono rinchiusi nel tempo. “È molto bello trovarlo, vicino a dove dovresti essere fuori”, ha detto Finther. New York Times.

I risultati sono descritti nella rivista Biologia attuale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *