L’Iran respinge le affermazioni degli Stati Uniti riguardo all’attacco di droni su petroliera al largo delle coste del Gujarat

L’Iran respinge le affermazioni degli Stati Uniti riguardo all’attacco di droni su petroliera al largo delle coste del Gujarat

Successivamente, il Pentagono americano ha accusato pubblicamente l’Iran dell’attacco.

Teheran:

Lunedì il ministero degli Esteri iraniano ha respinto le affermazioni di Washington secondo cui l’attacco di droni che ha preso di mira una petroliera al largo delle coste dell’India “è stato lanciato dall’Iran” e lo ha descritto come “inutile”.

L’attacco a una petroliera chimica di proprietà giapponese sabato è avvenuto nel mezzo di un’ondata di attacchi con droni e missili lanciati dai ribelli Houthi sostenuti dall’Iran nel Mar Rosso in solidarietà con i palestinesi a Gaza, dove Israele sta combattendo i militanti di Hamas.

Il Pentagono ha successivamente accusato pubblicamente Teheran dell'attacco.

Il portavoce del ministero degli Esteri Nasser Al-Kinani ha detto in risposta ad una domanda sulle accuse americane: “Dichiariamo che queste accuse sono completamente respinte e non hanno alcun valore”.

Ha aggiunto: “Tali accuse mirano a evidenziare e distrarre l'opinione pubblica e nascondere il pieno sostegno del governo degli Stati Uniti ai crimini del regime sionista (Israele) a Gaza”.

La Striscia di Gaza soffre da più di 11 settimane gli attacchi aerei e terrestri israeliani che hanno ucciso più di 20.400 persone, la maggior parte delle quali donne e bambini, secondo il Ministero della Sanità nella regione costiera gestita da Hamas.

Israele si è impegnato a schiacciare Hamas dopo che il movimento palestinese ha effettuato un attacco transfrontaliero il 7 ottobre che ha ucciso circa 1.140 persone in Israele, la maggior parte delle quali civili, secondo un conteggio preparato dall'Agence France-Presse basato su dati israeliani.

Attivisti palestinesi hanno anche rapito circa 250 persone, di cui secondo Israele 129 sono ancora a Gaza.

READ  Plenty Foundation per alleviare l’insicurezza alimentare in Africa attraverso carne coltivata a base vegetale

Al-Kanani ha anche criticato le recenti dichiarazioni del ministro degli Esteri britannico David Cameron, in cui ha descritto l’Iran come uno “stato di influenza maligna nella regione e nel mondo”, definendolo “ripetitivo” e “squallido”, e ha invitato a prendere “una serie di misure deterrenti contro di essa”.

La Repubblica islamica, che sostiene Hamas finanziariamente e militarmente, ha elogiato gli attacchi del 7 ottobre come “riusciti” ma ha negato qualsiasi coinvolgimento diretto.

I recenti attacchi dei ribelli yemeniti alle navi mercantili nel Mar Rosso hanno spinto le principali compagnie a dirottare le loro navi mercantili attorno alla punta meridionale dell’Africa, un viaggio molto più lungo con costi di carburante più elevati.

L’Iran ha ripetutamente negato le accuse statunitensi e israeliane secondo cui Teheran sarebbe coinvolta negli attacchi Houthi, affermando che il gruppo agisce per conto proprio.

(Ad eccezione del titolo, questa storia non è stata modificata dallo staff di NDTV ed è pubblicata da un feed sindacato.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *