L’Inter torna in vantaggio, Thuram surclassa Lukaku

L’Inter torna in vantaggio, Thuram surclassa Lukaku

L’Inter torna in testa al campionato italiano battendo la Roma (1-0) grazie a Marcus Thuram che ha la meglio su Romelu Lukaku, criticato per il suo ritorno a San Siro, mentre Napoli e Milan si neutralizzano (2-2). .

>> Italia: Lukaku torna all’Inter per scacciare i suoi “blues”

>> Italia: La Roma si lancia, anche Lukaku

L’attaccante della Roma Lokelu Lukaku (a sinistra) sul campo dell’Inter il 29 ottobre a Milano.
Foto: AFP/VNA/CVN

Sotto gli occhi del padre Lilian, campione del mondo 1998 e campione europeo 2000 con i Blues attraverso Parma (1996-2001) e Juventus (2001-06), Thuram ha segnato il suo quarto gol in Serie A con la maglia dell’Inter, riprendendo a bruciapelo cross di Federico Dimarco (81e).

Il nazionale francese aveva mancato di poco il gol di apertura in precedenza, ma è riuscito a recuperare al quindicesimoe minuto era stato fermato dal portiere romano Rui Patricio e il suo colpo di testa aveva poi sfiorato la traversa (48e).

L’Inter ha dominato questo incontro, ma è stata quasi sorpresa da una delle rare occasioni romane, un colpo di testa di Bryan Cristante (65e) respinto da Yann Sommer a costo di un tuffo spettacolare.

Lukaku, sostituito numericamente da Thuram nella prima linea dell’attacco dell’Inter, non si è mai messo nelle condizioni di segnare contro la sua ex società, dove ha trascorso tre stagioni, compreso il 2022-23.

“Traditore infame”

Come avevano annunciato, gli ultras dell’Inter hanno accolto rumorosamente il nazionale belga, accusato di tradimento dopo aver rifiutato un’offerta dell’Inter, per poi partire per il Chelsea che lo ha mandato in prestito alla Roma.

READ  Il meglio dell'Italia nel piatto al ristorante La Cantinetta a Clermont-Ferrand

Nel percorso verso lo stadio preso dal pullman della Roma, i tifosi avevano spiegato lo striscione”Traditore infame, il Milan ti aspetta”.

Non hanno però potuto fischiare, dopo che la polizia di Milano li ha vietati, il che non ha impedito loro di fischiare Lukaku per ogni pallone toccato.

Il contesto di questa partita, che non mi interessa, Thuram ha spazzato via. Volevamo fare tre punti, volevo aiutare la squadra, missione compiuta al termine di una grande serata in una grande atmosfera“.

E’ un ragazzo che lavora tanto, molto attento ai dettagli dentro e fuori dal campo. La sua integrazione è stata facilitata dalla sua padronanza dell’italiano e dall’impegno dei suoi compagni di squadra“, ha dichiarato il suo allenatore Simone Inzaghi

La squadra ha preparato bene la partita, senza puntare solo su Lukaku. Ho visto una squadra lucida e paziente“, ha proseguito l’allenatore dell’Inter.

Doppietta di Giroud

Grazie a questo ottavo successo, l’Inter torna al comando della classifica con 25 punti e precede di due lunghezze la Juve (23 punti), vincitrice per 1-0 alla vigilia dell’Hellas Verona (16e).

La capolista ha visto perdere punti anche due delle sue dirette rivali per il titolo, Napoli e Milan, dopo un entusiasmante pareggio (2-2).

L’attaccante del Milan Olivier Giroud ha segnato una doppietta a Napoli al termine della partita del 29 ottobre.
Foto: AFP/VNA/CVN

Il Milan, surclassato dal PSG (3-0) in Champions League, ha dominato il primo periodo, con una doppietta di Olivier Giroud, silenzioso dalle 3e giorno.

L’uscita dell’infortunato Christian Pulisic all’intervallo ha ridistribuito le carte e il Napoli ne ha approfittato per segnare due gol spettacolari di Matteo Politano e Giacomo Raspadori.

READ  Vaccino, test PCR, quali sono le regole per una vacanza in Italia quest'estate? # Alla tua risposta

Il campione in carica resta 4e, ma ora è a sette lunghezze dal leader. Il Milan è 3etre punti dietro il suo grande rivale.

“Avremmo dovuto segnare di più in questo primo periodo che abbiamo dominato, è un vero peccato uscire con un solo punto“, ha sottolineato Stefano Pioli, allenatore del Milan.

All’inizio della giornata, il promosso Cagliari ha ottenuto la sua prima vittoria superando il Frosinone 4-3, con due gol nei minuti di recupero, dopo essere stato sotto 3-0.

La squadra sarda ha raddoppiato i propri punti in 90 minuti (6 punti, 19e) e ha lasciato l’ultimo posto (4 punti) alla Salernitana, battuta 1-0 dal Genoa venerdì 27 ottobre.

AFP/VNA/CVN

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *