L’errore di Windows 10 può danneggiare il tuo disco rigido semplicemente aprendo una cartella

I ricercatori di sicurezza hanno scoperto un bug in Windows 10 che danneggerà il disco rigido semplicemente aprendo una cartella o facendo clic su un collegamento.

La prima vulnerabilità è stata segnalata da un utente di Twitter Jonas L.. Ha notato che ciò si verifica “quando si apre un nome speciale in una cartella”.


Pixabay Associative Pictures

Will Dorman, CERT / CC Vulnerability Analyst, ha studiato il bug e AggiuntoSuccede quando si apre una cartella o un collegamento a un file, inclusi ISO, VHD o VHDX, si decomprime un file Zip, si apre un file HTML senza MoTW, ecc.

Ciò può essere particolarmente fastidioso se il codice è incluso in un collegamento software legittimo.

L’errore danneggerà automaticamente la MFT (Master File Table) NTFS. A volte, Windows ti chiederà di riavviare il computer per riparare il tuo disco rigido. Ma Dorman afferma che non è sempre così, poiché a volte gli utenti devono eseguire una riparazione manuale.

Microsoft è a conoscenza del problema e Ho già menzionato risolverlo. Allo stesso tempo, il produttore esorta i consumatori a prestare attenzione e seguire una corretta igiene elettronica.

“Siamo consapevoli di questo problema e forniremo un aggiornamento in una versione futura. L’utilizzo di questa tecnologia dipende dall’ingegneria sociale e, come sempre, incoraggiamo i nostri clienti a mettere in pratica buone abitudini online, compreso fare attenzione quando aprono o accettano file sconosciuti”.

Dorman rimane pessimista sull’emendamento di Microsoft, dicendo che è stato due anni fa menzionato Informazioni su un errore NTFS simile ancora non risolto. Ha detto che non avrebbe ancora rivelato il nome esatto del caso. Vuole dare prima a Microsoft la possibilità di risolvere il problema.

READ  Un piccolo schermo secondario mobile all'interno dello smartphone. Samsung ha escogitato una soluzione insolita per la fotocamera anteriore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *