Tim Cook ha regalato a Donald Trump il primo Mac Pro del 2019

Dopo che Donald Trump ha lasciato la Casa Bianca, il rapporto finanziario relativo al suo mandato è scaduto È stato pubblicato E scopriamo cosa ha potuto ricevere soprattutto come vari doni.

Tra i partecipanti c’era un giornalista di Il New York Times, a Sospensione… il Mac Pro. Il modello è stato descritto come il primo ad essere costruito da una fabbrica di subappaltatori Apple in Texas.

Questo è vero solo in parte, dato che questa fabbrica Flextronics ha già assemblato il Mac Pro cilindrico del 2013 ma bisogna capire che Tim Cook ha fornito la prima versione ufficiale di Nuova generazione Da questa torre. A $ 5,999, la configurazione di base (escluse le ruote) sarebbe dovuta partire per Washington.

Donald Trump, accompagnato da sua figlia e dal segretario al Tesoro Steve Mnuchin, Visitare Questa fabbrica di Tim Cook nel novembre 2019, il presidente degli Stati Uniti voleva che fosse un’icona del ‘Made in USA’. Il che non era del tutto vero (vedi anche Il nuovo Mac Pro sta per essere rilasciato nello stabilimento di Austin).

Foto: Fox News, 2019

Il giornalista ha twittato su questo omaggio Ricorda la memoria A un ex dipendente Apple. Geoffrey Stormsand Era L’assistente tecnico personale di Steve Jobs, per risolvere o risolvere problemi con clienti VIP o rinomati.

Dice che il suo capo ha regalato al presidente Obama il MacBook Air 11 “, ma quest’ultimo lo ha restituito ad Apple una settimana dopo, perché il valore monetario di questo regalo ha superato la soglia di ciò che si aspettava. Puoi accettare. Anche Un regalo per Obama, in un’altra occasione, per un iPad 2.

Infine, il successore di Steve Jobs ieri si è congratulato con il nuovo duo alla guida degli Stati Uniti. Tim Cook si è detto incoraggiato dalla volontà di Joe Biden e Kamala Harris di agire rapidamente sulle questioni del cambiamento climatico, la migrazione, la pandemia e ripristinare l’unità del paese.

READ  Non compatibile con i telefoni Apple? WhatsApp avvia l'elenco delle uscite

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *