Le cose incredibili della Lazio, il “3” è tornato positivo al Coronavirus

Primo ingresso: sabato 7 novembre 2020, 17:38

Nel Lazio stanno accadendo cose senza precedenti dove i campioni positivi del coronavirus diventano negativi e si invertono in poche ore! Siro Immobile, Thomas Stracusia e Lucas Leva erano tra i tanti – diversi casi accaduti nella squadra italiana due settimane fa, a seguito dei quali non hanno giocato la partita di Champions League contro il Bruges (28/10).

Successivamente è stata diagnosticata la negatività e messa a disposizione di Simone Inzaghi nella partita di campionato di domenica scorsa (1/11) contro il Torino, dove Imobili e Leva hanno giocato come sostituti e l’attaccante della nazionale italiana ha segnato uno dei gol della squadra. Nei ritardi la Lazio ha “ribaltato” la partita, vincendo 4-3.

Tuttavia, quando i tre giocatori sono stati convocati per un altro test, vista la partita contro lo Zenit in UEFA Champions League, si sono ritrovati di nuovo positivi e non sono andati in Russia. Dopo il ritorno della missione alla Roma e le nuove prove che si sono svolte, visto il derby con la Juventus (8/11), si sono ritrovati nuovamente passivi!

I risultati contrastanti dei test hanno causato scalpore in Italia, dove sono state effettuate analisi a campione prima delle partite europee in un laboratorio diverso da quello utilizzato per le partite dei tornei. Alla fine, la Lazio è stata indirizzata a un test in un terzo laboratorio, che ha dimostrato che i tre giocatori erano positivi, insieme a due membri dello staff tecnico. Dopo di che, hanno lasciato il centro di allenamento e sono usciti dalla partita di domani con la Juventus, ma per “lasiali” … i problemi non si fermano qui, il Torino intende portare avanti il ​​caso (visto che è stato nel frattempo abusato da Imobile e Leiva) e la Roma è in pericolo per “Campana” pesante.

READ  Il grande motivo per cui Mancini ha portato Sirigo a giocare per l'Italia

Ultimo aggiornamento: sabato 7 novembre 2020, 17:42

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *