La vaccinazione dei pazienti ospedalieri è obbligatoria

Primo ingresso: mercoledì 31 marzo 2021, 22:47

Il governo di Mario Draghi è appena stato completato. Il governo italiano ha deciso che è obbligatoria la vaccinazione di medici, infermieri, personale di supporto ospedaliero e farmacisti. Questa procedura si applica ai dipendenti del Sistema Sanitario Nazionale Italiano, ma anche a cliniche private, cliniche e centri diagnostici.

Medici, infermieri o farmacisti che rifiutano la vaccinazione o saranno trasferiti in aree che non consentono il contatto con gruppi malati e vulnerabili, o il cui stipendio potrà essere sospeso, se necessario, fino alla fine di dicembre 2021.

Allo stesso tempo, il Consiglio dei Ministri italiano ha approvato un provvedimento in cui si afferma che quando i medici seguono le regole prescritte, quando somministrano il vaccino, non saranno responsabili degli effetti collaterali che possono verificarsi.

I divieti e le restrizioni alla circolazione dei cittadini in Italia saranno applicati fino alla fine di aprile (con zone rosse e arancioni in vigore) a meno che i dati epidemiologici, nel frattempo, non consentano un allentamento di queste misure. I bambini, che finalmente sono andati all’asilo, alle elementari e al Liceo A, subito dopo la Pasqua cattolica (cioè dal 6 aprile) potranno tornare nelle aule scolastiche.

Ultimo aggiornamento: mercoledì 31 marzo 2021, 22:47

READ  Il recupero economico dell'Italia meridionale non è avvenuto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *