La stazione spaziale cinese di Tiangong ha lanciato con successo i propri propulsori elettrici

Il Stazione spaziale cinese tiangong (Palazzo Celeste) è attualmente disabitato dopo i tre astronauti in Shenzhou -12. missione Sono tornati con successo negli ultimi giorni. Avviata anche la missione di rifornimento a breve distanza Tianzhou 3 Che funzionerà per la prossima troupe in partenza ad ottobre.

Questo periodo di riposo è stato utilizzato, tuttavia, per testare nuove tecnologie senza mettere a rischio l’equipaggio. In particolare, la tecnologia di pagamento è stata testata da exploit propulsori elettrici Invece di missili convenzionali. Questo di per sé non è nuovo in quanto i propulsori elettrici sono già stati utilizzati in altre indagini e compiti, ma questo mostra ancora una volta lo stato di avanzamento di un programma CNSA.

La stazione spaziale cinese sta alimentando i suoi propulsori elettrici per i test

secondo menzionato Qualche giorno fa, il 23 e 24 settembre I Quattro azionamenti elettrici che è installato sull’unità principale tira su. Questi sono stati sviluppati dall’Istituto CASC 801 e potrebbero essere implementati in nuove varianti in altri progetti spaziali cinesi nel prossimo futuro.

cina chiuso casco

Questo tipo di propulsore promette una spinta relativamente modesta rispetto ad altri sistemi ma utilizza anche molto meno carburante consentendo una riduzione della massa. Inoltre, questo tipo di propulsore può funzionare per un tempo più lungo.

I test hanno verificato che I propulsori elettrici subordinare stazione spaziale cinese eseguita correttamente. In particolare sono stati testati l’espulsione del gas in orbita, il controllo generale dei sistemi, l’attivazione del catodo e l’aumento della pressione del gas. Non sono stati segnalati problemi. I vari passaggi sono stati inizialmente eseguiti uno per uno, per verificarne l’attuazione. Tuttavia, nei seguenti test, ci sarà una sequenza unica di accensione e utilizzo.

READ  OnePlus Nord ottiene le patch di sicurezza di gennaio 2021 con l'aggiornamento OxygenOS 10.5.11

La Cina ha chiuso lo spazio

Per questo test su stazione spaziale cinese (Dopo circa dieci anni di ricerca) sono stati assunti propulsori elettrici un effetto Hall. Il processo prevede il riscaldamento di un catodo cavo per generare elettroni che successivamente entrano in una camera in cui è presente un forte campo magnetico. Qui entrano in contatto con un gas (in questo caso Xenon) che viene ionizzato e accelerato dal campo magnetico che produce una spinta. Tuttavia, una volta usciti dall’ugello, incontrano un flusso di elettroni che si traduce in una carica zero.

casco cina css

Inoltre, come riportato, non tutti i componenti del propulsore elettrico possono funzionare per 15 anni di vita del motore. stazione spaziale cinese. Per questo motivo, durante la sua vita operativa, verranno forniti alcuni EVA per consentire la sostituzione dei componenti usurati. In caso di esaurimento del gas utilizzato, invece, sarà possibile utilizzare il braccio robotico per assistere gli astronauti nelle operazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *