Gli appaltatori cinesi di Apple sospendono temporaneamente la produzione a causa di mancanza di energia

Diversi subappaltatori cinesi di Apple e Tesla sono stati costretti a sospendere la produzione di componenti su ordini di Pechino, Rapporto Il Nikki. Alcune fabbriche cinesi di Eson Precision Engineering, sussidiaria di Foxconn, Unimicron Technology (principale fornitore di Apple) e Concraft Holding, che fornisce componenti per altoparlanti iPhone, fermeranno la produzione per alcuni giorni.

@Tim_Cook

L’attività continua in Pegatron e Foxconn, che combinano questi componenti, ma possono essere colpiti se questa paralisi continua. Il governo centrale vuole ridurre le emissioni di carbonio nel Paese, nel contesto di un forte aumento dei consumi (accompagnato, come se non bastasse, da un significativo aumento dei prezzi dell’energia).

Pechino sta prendendo la strada più dura: il governo prenderà di mira in modo specifico le province, come Liaoning, Jilin o Heilongjiang, che non sono riuscite a raggiungere i loro obiettivi di riduzione del consumo energetico. Le imprese non hanno altra scelta che continuare la disoccupazione tecnica: l’elettricità viene tagliata durante il giorno, impedendo di fatto qualsiasi produzione.

La scorsa settimana il presidente Xi Jinping ha promesso alle Nazioni Unite che la Cina non costruirà in futuro centrali elettriche a carbone e controllerà le emissioni di anidride carbonica. Il Paese punterà invece sull’energia verde, ma l’emergente periodo di transizione metterà in difficoltà le aziende.

Questo è peggio per Apple, Tesla e tutti i settori già colpiti da carenze di componenti. modalità che va Riduci le spedizioni di MacBook Nella prima metà del prossimo anno, secondo Ming Zhi Kuo.

READ  A causa di un difetto tecnico ... gli account dei possessori di "iPhone" su Facebook sono chiusi ... e in migliaia si lamentano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *