La siccità colpisce più di 1,8 miliardi di persone in tutto il mondo

La siccità colpisce più di 1,8 miliardi di persone in tutto il mondo

Sfruttando la risonanza della Conferenza sul clima (COP28), la Convenzione delle Nazioni Unite per combattere la desertificazione mette in guardia nel suo rapporto Panoramica globale sulla siccità nel 2023, Annunciato venerdì 1Qualunque Dicembre a Dubai, sulla gravità della situazione. Secondo l’Organizzazione meteorologica mondiale, nel 2022 il bacino del fiume La Plata, che si estende dal Brasile all’Argentina, sarà testimone della sua più grave siccità dal 1944. Nel sud della Cina, secondo la stessa fonte, il fiume Yangtze è sceso a livelli record, colpendo quasi 5 milioni di persone. Quell’anno, secondo l’Agenzia europea per l’ambiente, il Vecchio Continente ha vissuto l’estate più calda mai registrata. La carenza d’acqua ha interessato più di 630.000 chilometri quadrati (l’area della Polonia e dell’Italia), mentre la media annuale ha raggiunto i 167.000 chilometri quadrati tra il 2000 e il 2022.

Alla fine del 2022, 23 milioni di persone versavano in condizioni di grave insicurezza alimentare a causa della continua siccità nel Corno d’Africa. Cinque stagioni consecutive di forti piogge hanno provocato il caos, contribuendo al calo della produttività agricola e all’aumento dei prezzi dei prodotti alimentari. Da allora, le forti piogge che cadono attualmente su Kenya, Somalia ed Etiopia hanno ucciso diverse centinaia di persone in poche settimane e costretto più di un milione di persone alla fuga.

L’eccedenza e l’assenza d’acqua sono due aspetti del cambiamento climatico, ma il secondo aspetto riceve molta meno attenzione, deplora Ibrahim Thiaw, segretario generale della Convenzione delle Nazioni Unite per combattere la desertificazione (UNCCD), uno dei tre accordi decisi al Summit della Terra di Rio nel 1992. “La siccità sta silenziosamente causando il caos sull’unico pianeta abitabile che conosciamo, con conseguenze di vasta portata per gli ecosistemi, le economie e le vite umane”, scrive Ibrahim Thiaw nell’introduzione al rapporto. A differenza di altri disastri che attirano l’attenzione dei media, essi operano in silenzio, inosservati, e quindi non riescono a provocare risposte pubbliche o politiche immediate. »

ricadute “sproporzionate” sui gruppi più svantaggiati

Sulla base del feedback di 101 paesi nel 2023, la Convenzione delle Nazioni Unite per combattere la desertificazione stima che 1,84 miliardi di persone siano colpite dalla siccità, di cui il 4,7%. “Intenso” O ” Massimo “. Altri dati presentati provengono da pubblicazioni scientifiche e rapporti della Banca Mondiale e di altre organizzazioni. Questa è la seconda volta che l’UNCCD intraprende questa pratica dal 2022. Cita, ad esempio, la ricerca condotta da Jiabo Yin (Università di Wuhan) e dal suo team in diverse occasioni. Il mondo crede che entro la fine del secolo “La durata delle siccità moderate, gravi ed eccezionali raddoppierà in alcune aree della Cina e la loro intensità aumenterà di oltre l’80%”. Si prevede che la combinazione di caldo estremo e siccità aumenterà da 5 a 10 volte entro la fine del secolo, colpendo dal 35% al ​​55% della popolazione cinese, soprattutto se lo scenario di elevate emissioni di gas serra continua.

READ  Scegli una farfalla e scopri cosa nasconde la tua personalità in questo quiz virale

Hai il 30% di questo articolo da leggere. Il resto è riservato agli abbonati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *