La popolazione indiana supererà la Cina nei prossimi giorni – Nazioni Unite


Scansione del lettore

Come lettore di PREMIUM TIMES, la tua opinione è importante. Per favore prendi ricognizione Per aiutarci a comprendere meglio i valori e le preferenze dei nostri lettori. Il tuo feedback ci fornirà preziose informazioni su come possiamo adattare i diversi tipi di contenuti che offriamo per soddisfare le tue esigenze. IL ricognizione Il completamento dovrebbe richiedere solo circa 6-8 minuti.

Clicca qui per Prendilo.

La Divisione Popolazione delle Nazioni Unite ha affermato che l’India sta per superare la Cina per diventare il paese più popoloso del mondo nei prossimi giorni.
Lo ha detto il direttore della Divisione per la popolazione delle Nazioni Unite, John Wilmuth, in una conferenza stampa lunedì presso la sede delle Nazioni Unite a New York.

Wilmuth ha affermato che il motore principale di questa tendenza è il livello di fertilità nei due paesi, osservando che la popolazione combinata di Cina e India è pari a più di un terzo della popolazione mondiale di otto miliardi.

Entro la fine di aprile, la popolazione indiana dovrebbe raggiungere 1.425.775.850 persone, con previsioni che indicano un’ulteriore crescita per molti altri decenni.

Questo è appena sopra il record globale della Cina di 1,4 miliardi nel 2022.

La popolazione cinese ha raggiunto il picco nel 2022 e ha iniziato a diminuire.

“Le previsioni sono che la dimensione della popolazione cinese potrebbe scendere sotto il miliardo prima della fine del secolo”, ha detto.

Con livelli di fertilità quasi identici nel 1971, poco meno di sei nascite per donna, i paesi hanno tracciato il loro percorso demografico nel 21° secolo, secondo il Dipartimento degli affari economici e sociali delle Nazioni Unite (DESA).

READ  Какой редкий синдром может вызвать коронавирус нового типа

Alla fine degli anni ’70, il tasso di fertilità della Cina si era dimezzato, a tre nascite per donna. Nel frattempo, l’India ha impiegato più di tre decenni perché il suo tasso di fertilità raggiungesse quel livello.

Durante la seconda metà del XX secolo, entrambi i paesi hanno compiuto uno sforzo concertato per frenare la rapida crescita della popolazione attraverso politiche mirate ai livelli di fertilità.

“Queste politiche, insieme agli investimenti nel capitale umano e all’uguaglianza di genere, hanno contribuito al declino della fertilità della Cina negli anni ’70 e al graduale declino che è seguito negli anni ’80 e ’90”, ha affermato il Dipartimento degli affari economici e sociali.

Entro il 2022, la Cina avrà uno dei tassi di fertilità più bassi al mondo, con un tasso di fertilità di 1,2 nascite per donna in media nel corso della vita, secondo il World Population Prospects 2022 delle Nazioni Unite.

Negli anni ’80, la Cina ha attuato una cosiddetta “politica del figlio unico” limitata a un figlio per famiglia, che è terminata nel 2016.

Allo stesso tempo, l’attuale tasso di fertilità dell’India – due nascite per donna – è appena al di sotto della soglia di sostituzione di 2,1, il livello richiesto per la stabilità della popolazione a lungo termine in assenza di migrazione, afferma il rapporto delle Nazioni Unite.

Koji m

“Il transito ci ricorda che il numero di persone anziane sta crescendo rapidamente”, ha detto Wilmuth.

Ha aggiunto che tra il 2023 e il 2015, il numero di persone di età pari o superiore a 65 anni dovrebbe quasi raddoppiare in Cina e raddoppiare in India.

Dangote Adbanner 728x90_2 (1)

“Queste tendenze richiamano l’attenzione sulle sfide di fornire supporto sociale e protezione al numero crescente di persone anziane.

READ  タコの睡眠サイクルは人間に似ていることが判明、「夢」を見ている可能性も - GIGAZINE

Ora è il momento di pensare a lungo termine e incoraggiare una maggiore solidarietà all’interno delle comunità e tra le generazioni.

“Al centro di questa pianificazione a lungo termine c’è lo sforzo per combattere il cambiamento climatico”, ha affermato.


Leggi anche: Lezioni su democrazia e sviluppo dall’India, di Ibrahim Lawal Ahmed


Ha aggiunto che è imperativo che più persone e redditi pro capite in Cina, India e in tutto il mondo non compromettano gli sforzi per muoversi verso un consumo e una produzione più sostenibili.

Per mitigare gli effetti del cambiamento climatico, ha affermato, tutti i paesi devono abbandonare urgentemente l’eccessiva dipendenza dall’energia dei combustibili fossili.

(Nan)


Sostieni il giornalismo di PREMIUM TIMES con integrità e credibilità

Il buon giornalismo costa un sacco di soldi. Tuttavia, solo un buon giornalismo può garantire la possibilità di una buona società, una democrazia responsabile e un governo trasparente..

Al fine di continuare ad accedere gratuitamente al miglior giornalismo investigativo del paese, vi chiediamo di prendere in considerazione l’idea di offrire un umile sostegno a questa nobile impresa.

Contribuendo a PREMIUM TIMES, contribuisci a mantenere il giornalismo rilevante e a garantire che rimanga gratuito e accessibile a tutti.

Dona





Annuncio di testo: Chiama Willie – +2348098788999








Campagna pubblicitaria PT Mag

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *