La Groenlandia si sta trasformando e assomiglia sempre più alla terra che i Vichinghi videro più di mille anni fa!

La Groenlandia si sta trasformando e assomiglia sempre più alla terra che i Vichinghi videro più di mille anni fa!
Un paesaggio insolito della Groenlandia.
Sergio Messina Sergio Messina Meteorite Italia 8 minuti

Poche persone sanno che la parola verde in olandese è “groen”, quindi, “Groenlandia” significa letteralmente “terra verde”. Gli anglofoni hanno un vantaggio maggiore perché chiamano sempre questa terra “Groenlandia”.

Anche se attualmente è conosciuta come una terra coperta di ghiaccio, parte dell'Artico, I Vichinghi la chiamarono Groenlandia quando iniziarono la colonizzazione all'inizio del 21° secolo. Attualmente l’aspetto di questa terra sta cambiando rapidamente, È diventato più verde e più simile a come era più di mille anni fa.

Colonizzazione vichinga

Ricorda che il Polo Nord è fatto d'acqua (Acque dell'Oceano Artico) Circondati dalla terra, i continenti più settentrionali sono l'Asia (Siberia settentrionale), l'America (Alaska e Yukon) e l'Europa (Groenlandia e Islanda).

Sebbene la calotta glaciale artica sia soggetta a scioglimento stagionale, raggiungendo un minimo in estate (boreale) e un massimo in inverno (polare). Le terre artiche sono permanentemente coperte di ghiaccio… o almeno lo erano.

Gli storici ci raccontano del vichingo Erik il Rosso, che colonizzò le regioni meridionali della Groenlandia nel 985.

Furono i Vichinghi a chiamarla “Terra Verde” perché, secondo i loro racconti, la trovarono ricca di piante.

I Vichinghi rimasero in Groenlandia per circa quattro secoli. Poi hanno dovuto abbandonarlo. C'è Due ipotesi diverse E il motivo di questo abbandono.

Inizialmente si pensava che la causa fosse la “Little Ice Age”, cioè la piccola era glaciale. Un periodo durante il Medioevo in cui le temperature erano molto più basse. Questo cambiamento climatico avrebbe reso la Groenlandia inabitabile e quindi abbandonata.

READ  Questo test virale può identificare le cause....
Vichinghi
Rappresentazione artistica di una tipica nave vichinga.

Più recentemente, uno studio del 2022, basato su stime indirette della temperatura ricavate dalle carote di ghiaccio, lo ha dimostrato Ciò suggerisce che il motivo dell'abbandono siano stati lunghi periodi di siccità Ciò rese i pascoli sempre più scarsi per le mandrie vichinghe, costringendole a lasciare l'area.

La storia più antica

La calotta glaciale della Groenlandia è cambiata nel corso della storia. Dopo i cicli dell’era glaciale. L'attuale periodo interglaciale, iniziato circa 10.000 anni fa, segue l'ultima era glaciale, durata circa 100.000 anni, tra il 110.000 e il 12.000 a.C. circa.

Ma, Per trovare una Groenlandia libera dai ghiacci e dalle foreste, dobbiamo tornare ancora più indietro, tra 450.000 e 800.000 anni fa. Studi basati su carote di ghiaccio hanno rivelato che durante i periodi interglaciali sopra menzionati, la Groenlandia era ricca di vegetazione.

Un grafico che mostra il cambiamento della temperatura media della Terra nel corso di centinaia di migliaia di anni.  Lunghi periodi freddi (era glaciale) si alternano a periodi brevi e più caldi (era glaciale).
Un grafico che mostra il cambiamento della temperatura media della Terra nel corso di centinaia di migliaia di anni. Lunghi periodi freddi (era glaciale) si alternano a periodi brevi e più caldi (era glaciale).

nei giorni scorsi, Sembra che l'ultima volta che la Groenlandia sia stata una terra verde ricoperta di piante sia stato tra il 900 e il 1300 d.C. Durante il periodo della colonizzazione da parte dei Vichinghi.

Questo periodo è stato determinato da “Il periodo caldo del Medioevo”. È stato un periodo di anomalie climatiche, con temperature superiori alla media, ma su scala spaziale bassa, che hanno interessato diverse regioni (ma non tutte) a vari livelli.

Questo periodo fu seguito da un’altra anomalia climatica, La piccola era glaciale, con temperature inferiori alla media. Gli effetti dell’ultima anomalia sono stati più significativi, interessando quasi tutte le regioni a latitudini medio-alte (compresa l’Italia settentrionale).

READ  Titano potrebbe essere inabitabile

Cosa è successo negli ultimi anni

Un recente studio, condotto da Michael Grimes e colleghi, pubblicato all’inizio del 2024 sulla rivista Nature (nature Reports), ha dimostrato che: A causa del rapido scioglimento dei ghiacciai, la superficie della vegetazione in Groenlandia è raddoppiata in meno di 30 anni.

Mentre la superficie ghiacciata è diminuita di circa 29.000 chilometri quadrati, la superficie coperta da vegetazione è raddoppiata e le zone umide (aree prevalentemente coperte da acqua, come le paludi) sono quadruplicate.

Immagine della Groenlandia elaborata utilizzando dati satellitari che caratterizzano diverse regioni per il 2010. Crediti: Grimes et al.  Cyrep 14, 3120 (2024).
Immagine della Groenlandia elaborata utilizzando dati satellitari che caratterizzano diverse regioni per il 2010. Crediti: Grimes et al. Cyrep 14, 3120 (2024).

Questo sviluppo è legato al riscaldamento globale. Tuttavia, spiegano i ricercatori, ciò ha poco a che fare con l’aumento della temperatura media. Si registra piuttosto un aumento del numero medio di giorni in cui la temperatura rimane al di sopra dei 6 gradi Celsius. Questo fattore è stato considerato particolarmente cruciale nello scioglimento del ghiaccio. Il numero di giorni con temperature superiori a 6°C negli ultimi anni è molto più elevato rispetto a trent’anni fa.

Tuttavia, i ricercatori coinvolti nello studio sottolineano che i loro risultati non sono generalizzabili. Ma la sua validità è limitata alle aree studiate in Groenlandia.

Questo cambiamento, che può essere visto in modo positivo, perché “il verde finalmente domina lo spazio ghiacciato”, Ha gravi conseguenze per l’intero sistema climatico della Terra.

Ci sono effetti sull'albedo della superficie terrestre. Il terreno ricoperto di vegetazione assorbe più luce solare del ghiaccio. Ciò contribuisce al rapido riscaldamento, creando un circolo vizioso.

Inoltre, lo scioglimento dei ghiacciai contribuisce all’innalzamento del livello del mare, colpendo le popolazioni costiere a livello globale.

READ  Ica: i forti venti hanno causato interruzioni di corrente in diversi settori della città | tendenze

Ma ci sono anche conseguenze in termini di emissioni di gas serra, soprattutto di metano, che vengono rilasciati nell’atmosfera Attraverso processi di decomposizione organica che prima rimanevano “congelati”. Infine, l’acqua dolce proveniente dallo scioglimento dei ghiacci entra nel mare, contribuendo ad una diminuzione della salinità. Con effetti negativi sulla circolazione oceanica.

Cause e conseguenze del rinnovamento Convertire la Groenlandia in un “caso speciale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *