Incendio Varybobi: arrivano misure di sostegno alle vittime

Immagine di Twitter

Domani giovedì 5 agosto 2021, alle 11:30, una delegazione governativa terrà una riunione negli uffici della regione dell’Attica, al fine di avviare misure di sostegno e mitigazione delle vittime degli incendi nelle regioni del nord-est dell’Attica.

L’unità di governo sarà composta dal ministro dell’Interno Makis Furidis, dal viceministro responsabile degli affari del governo locale, Stelios Petsas, dal viceministro del primo ministro Theodoros Livanos e dal viceministro dell’ambiente e dell’energia George. Amikoris Amyramikas Chymorikos Amyktas Triantopoulos, il Segretario Generale per le Infrastrutture, George Karagiannis e il Presidente di ELGA, Andreas Licorentzos.

Parteciperanno anche il governatore provinciale dell’Attica, George Patoulis, nonché il sindaco di Akarnes, Spyros Fritos, il sindaco di Kifisia, George Tomakos e il sindaco di Dionysus, Giannis Kalavatilis.

In precedenza, il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Costas Karamanlis, ha annunciato l’immediata registrazione dei danni da incendio tramite il suo post su Facebook.

“Il nostro ministero, attraverso la Direzione generale per la riabilitazione dopo i disastri naturali, procederà alla registrazione immediata dei danni, in modo che possano essere riparati il ​​prima possibile e stia al fianco di tutte le persone colpite”, ha affermato Kermanlis.

I residenti segnalano un incendio a Faribopi – Platseko a Kamena

Storyteller Against Journalists: Non sei accettato, ho perso 45 minuti di ricerca ascoltando sciocchezze

Efthymios Lekkas, presidente dell’OASP e professore di Natural Disaster Management, da Varybobi dove si trova dalle prime ore di mercoledì mattina (4/08), per indagare sulle condizioni che hanno portato alla propagazione dell’incendio.

Il professore non ha potuto nascondere il suo fastidio per il fatto che ha aspettato 45 minuti per connettersi a Open TV, sprecando il mio prezioso tempo di ricerca.

READ  Dalla "capitale" della gastronomia, il simbolo della tragedia [pics]

“Prima che tu mi faccia questa domanda, voglio dirti che non sei accettato perché sono tre quarti che stiamo aspettando, hai perso tre quarti del tuo tempo di ricerca nella zona. Ho dovuto ascoltare le stronzate dei politici dai tuoi studio”, ha detto il signor Likas.

“Quello che ho sentito era solo un’assurdità e mi ha fatto incazzare. Se la mentalità politica è quella che ho sentito, ci meritiamo davvero quell’assurdità. I ​​politici non cambieranno mai”.

“Non ci rispetti con il giornalista, non ci rispetti, tre quarti al sole e ti riposi dai politici, per presentare i politici per mezz’ora e ascoltarli al sole, sprecando il tempo della ricerca, io e i tuoi colleghi qui dove si trova”, hanno detto i presentatori scusandosi con lui.

CEE: Effetti sulla qualità dell’aria dell’incendio di Faripopy

Mobilitato anche per la Grecia il Meccanismo europeo di protezione civile

La Commissione europea ha annunciato oggi che il meccanismo di protezione civile dell’Unione europea è stato mobilitato per aiutare Italia, Grecia, Albania e Macedonia del Nord a combattere i devastanti incendi.

Con gli incendi ancora in corso in varie parti del Mediterraneo e dei Balcani occidentali, la Commissione europea sta mobilitando rapidamente il sostegno per aiutare i paesi a ridurre la diffusione degli incendi e proteggere vite e mezzi di sussistenza.

  • Due aerei antincendio canadesi vengono inviati dalla Francia nelle aree colpite in Italia per iniziare oggi le operazioni antincendio.
  • Due aerei antincendio provenienti da Cipro stanno supportando la Grecia, così come una squadra di vigili del fuoco per supportare le operazioni di terra.
  • Due elicotteri a supporto delle operazioni in Albania saranno inviati in egual modo dalla Repubblica Ceca e dai Paesi Bassi.
READ  LGV, l'economia, la presidenza, il ruolo delle Regioni: Carol Delga racconta le sue priorità

Inoltre, la Slovenia sta inviando una squadra di 45 vigili del fuoco nella Macedonia del Nord.
Tutti gli aiuti sono mobilitati attraverso il meccanismo di protezione civile dell’Unione europea, finanziato dalla Commissione con almeno il 75% dei costi di trasporto.

Il commissario per la gestione delle crisi Janis Lenarcic ha dichiarato:
“Stiamo lavorando 24 ore su 24 per inviare aiuti mentre gli incendi infuriano in tutta Europa. Ringrazio Cipro, Repubblica Ceca, Francia, Slovenia e Paesi Bassi per il rapido sviluppo di aerei antincendio, elicotteri e una squadra di vigili del fuoco per supportare i paesi duramente colpiti dagli incendi boschivi. In un momento in cui molti si trovano ad affrontare gli incendi dei paesi del Mediterraneo, la Protezione civile dell’UE garantisce che gli strumenti antincendio utilizzati siano al massimo delle loro capacità. Questo è un eccellente esempio di solidarietà dell’UE nei momenti di bisogno”.

Questo supporto va oltre le operazioni antincendio coordinate dall’UE in corso in Turchia, così come in Sardegna, in Italia alla fine di luglio. Le mappe satellitari del satellite Community Copernicus Emergency Management forniscono ulteriore supporto per i servizi di coordinamento aziendale di emergenza.

Il Centro di coordinamento della risposta alle emergenze dell’UE 24 ore su 24, 7 giorni su 7, è in costante contatto con le autorità di protezione civile dei paesi colpiti dagli incendi per monitorare da vicino la situazione e indirizzare l’assistenza dell’UE.

READ  Lo sapevate ? In Italia puoi laurearti con un master in caffè

Informazioni: ΑΠΕ, in.gr

Equipaggiamento Varybobi: contrattempi sporadici – Danni pesanti a 121 Homes, Inc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *