Il telescopio spaziale Hubble cattura la temibile stella di carbonio CW Leonis

Per celebrare Halloween, l’immagine di questa settimana dal telescopio spaziale Hubble mostra la stella CW Leonis, che gli scienziati di Hubble dicono “sembra un famigerato occhio arancione che luccica da dietro un velo di fumo”.

CW Leonis è una stella di carbonio, un tipo di gigante rossa che contiene più carbonio che ossigeno e crea quindi una calma atmosfera di colore rossastro. Il monossido di carbonio si forma negli strati superiori dell’atmosfera, consumando ossigeno e lasciando altri atomi di carbonio liberi di formare composti simili alla fuliggine. Sono questi composti di fuliggine che creano il velo di polvere che circonda la stella.

Il telescopio spaziale Hubble della NASA/ESA quest’anno festeggia Halloween con una straordinaria osservazione della stella di carbonio CW Leonis, che assomiglia a un triste occhio arancione che luccica da dietro un velo di fumo. ESA/Hubble e NASA, T. Ueta, H. Kim

Oltre ad essere una divertente celebrazione di Halloween, l’imaging di CW Leonis è anche di interesse per gli scienziati che studiano le stelle di carbonio. È la stella di carbonio più vicina alla Terra, quindi gli astronomi possono vedere di più su come interagisce con l’involucro di polvere e gas che la circonda. “Questo è qualcosa che è particolarmente interessante da studiare poiché l’atmosfera di CW Leonis è relativamente turbolenta, con una complessa struttura interna che gli astronomi ritengono possa essere stata scolpita da una stella compagna vicina”, ha affermato l’ESA. scrive.

I dati utilizzati per creare questa immagine sono stati acquisiti da Hubble durante il periodo tra il 2011 e il 2016 dalla Wide Field Camera 3. Tuttavia, Hubble ha recentemente riscontrato un problema con i suoi sistemi. Questa settimana, tutti gli strumenti del telescopio sono stati messi in modalità provvisoria, durante la quale i dati non sono stati raccolti, a causa di un problema di sincronizzazione.

READ  Anelli fantasma trovati intorno a un buco nero a 7800 anni luce di distanza

“Hubble Science Instruments è entrato in modalità provvisoria lunedì dopo aver riscontrato problemi di sincronizzazione con le comunicazioni interne dei veicoli spaziali”, l’account ufficiale di Hubble. cinguettare Il 25 ottobre. “Le osservazioni scientifiche sono temporaneamente sospese mentre il team indaga sul problema. Gli strumenti rimangono in buona salute”.

Questo segue a Problema con i dispositivi Hubble che si è verificato questa estate. Il telescopio è rimasto in modalità provvisoria per oltre un mese mentre gli ingegneri hanno indagato e risolto il problema passando ai dispositivi di backup. Hubble ha ormai più di 30 anni e i suoi dispositivi più vecchi possono continuare ad avere tali problemi. Ma gli ingegneri hanno dimostrato la loro abilità nel superare questi problemi, quindi incrociamo le dita sul fatto che anche quest’ultimo problema potrebbe essere risolto presto.

Raccomandazioni della redazione




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *