Il progetto Milo è stato un enorme swing (e flop) in Leveling Up Game AI

Il progetto Milo è stato un enorme swing (e flop) in Leveling Up Game AI

Come IGN Settimana dell’Intelligenza Artificiale Continua, penso che sarebbe opportuno guardare indietro al progetto di intelligenza artificiale di gioco più in voga di Xbox: Project Milo, che sarebbe ufficialmente noto come Milo & Kate prima di scomparire del tutto in una nuvola di software Steam. È stato rivelato all’E3 2009, il che significa che è così obsoleto a questo punto che, probabilmente, molte persone in un’intera generazione di giovani giocatori non sanno nemmeno cosa sia. Diamine, l’ho vissuto come Senior Editor di Official Xbox Magazine in quel momento, e non potevo nemmeno dirti cosa fosse, perché non l’avevo mai visto. Poche persone al di fuori delle mura di Microsoft lo hanno fatto.

Quello che voleva sarebbe stato un grande esperimento di intelligenza artificiale. Dai un’occhiata Tutte le storie che IGN ha fornito su di loro nel corso degli anni. Farai un buon viaggio! Una “IA emotiva” ti avrebbe permesso di interagire con Milo e il suo cane (o lei, se hai scelto la versione femminile chiamata Millie) di nome Kate. E per “interagire” intendo parlare con, utilizzando l’array di microfoni integrato del Kinect.

Milo è stato anche presentato nella loro demo del 2009, che non è mai stata effettivamente pubblicata.

Ah sì, Kinect. Forse avrei dovuto menzionare questa parte prima! Per quelli di voi che ricordano il Kinect ma non il Milo, probabilmente ora state annuendo e pensando: “Hmm, ora sta iniziando ad avere un senso”. E quando aggiungi un pezzo in più del puzzle – nato da un’idea del visionario game designer Peter Molyneux, che per sua stessa ammissione spesso si allontana da più di quanto possa masticare, in termini di ambizione – inizia a emergere un’immagine più chiara di Milo. insieme.

READ  L'iQOO 9 dovrebbe avere una maggiore capacità della batteria

È stato, in sostanza, un grande esperimento che non ha trovato la formula giusta. per miglia Wikipedia Page, la salsa speciale sarebbe la seguente: “Il gioco si basa su un sistema di generazione procedurale che aggiorna costantemente un ‘dizionario’ integrato in grado di abbinare parole chiave nelle conversazioni con clip audio radicate per simulare conversazioni realistiche”. la tecnologia è stata sviluppata sul posto di lavoro. Su Fable e Black & White”.

È stato il frutto dell’ingegno di Peter Molyneux, che per sua stessa ammissione è spesso più di quanto possa masticare


In verità, lo stesso Kinect probabilmente non era all’altezza del compito, anche se il software lo era. Il Kinect 2.0 fornito in bundle con Xbox One potrebbe sfortunatamente essere riuscito a portare Milo e Kate dove volevano andare. Ma immaginiamolo per un momento re tutto funziona. Quanto è fantastica l’esperienza basata sull’intelligenza artificiale di parlare con – e in effetti avere conversazioni rudimentali con – un avatar digitale realistico?

Parte della tecnologia sviluppata per Mile & Kate è entrata in Fable: The Journey, un gioco per Kinect rilasciato da Molyneux (che ha lasciato a metà progetto) e dal team di Lionhead. (Nota a margine: mi scuso con un minuscolo CCG di Fable chiamato Fable Fortune, Fable: The Journey è l’ultimo “grande” gioco di Fable pubblicato, nel lontano 2012!) Sfortunatamente, come ho detto nel mio revisione Per IGN, il gioco d’avventura basato sugli incantesimi è stato molto divertente… se solo il Kinect avesse funzionato bene, cosa che non accadeva spesso. Forse un giorno farà anche qualcosa di simile alla visione originale di Milo e Kate di Molyneux.

READ  GEEKOM Mini IT13 racchiude Core i9 in uno chassis NUC 4x4: NUC a 14 core

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *