Il Covid prende una svolta in Spagna e Portogallo, ma cambierà i requisiti di ingresso per i turisti irlandesi?

I casi di COVID-19 stanno aumentando in Irlanda e nel resto d’Europa mentre l’ondata estiva spazza il continente nonostante gli alti tassi di vaccinazione.

Gli esperti incolpano le varianti BA.4 e BA.5 per il rimbalzo estivo a causa della loro elevata portabilità come un grave problema.

In Spagna, martedì, sono stati confermati più di 50.000 nuovi casi di Covid-19 con un tasso di incidenti in 14 giorni ogni 100.000 persone ora oltre 650.

Per saperne di più: la popolazione irlandese raggiunge il punto più alto dalla pre-carestia con 5,1 milioni

Il tasso di infezione è aumentato di 40 in soli quattro giorni nel mezzo dell’ultima ondata.

Anche i numeri degli ospedali sono ai massimi da febbraio, ma non stanno causando modifiche alle regole o alle restrizioni, il che è una buona notizia per i turisti irlandesi.

Persone che si divertono in spiaggia a Benidorm

I requisiti di ingresso per i turisti irlandesi diretti in Spagna sono stati completamente eliminati all’inizio di questo mese e nulla è cambiato al riguardo.

Per l’ingresso non è nemmeno più necessario un certificato Covid dell’UE.

Il Portogallo sta assistendo a un aumento simile dei casi di Covid, anche se ora ha superato il picco dell’ondata estiva.

Tuttavia, il Paese più colpito in Europa dal Covid-19 rimane lo stesso.

Un certificato Covid dell’UE è ancora valido quando si viaggia in Portogallo, ma i turisti irlandesi dovrebbero averlo a disposizione prima di prendere qualsiasi volo.

leggi quanto segue:

Ricevi le ultime notizie nella tua casella di posta tramite Iscriviti alla nostra Newsletter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.