Il complesso CIQ di Johor Bahru sta assistendo a un'interruzione di corrente per la seconda volta in più di due mesi

Il complesso CIQ di Johor Bahru sta assistendo a un'interruzione di corrente per la seconda volta in più di due mesi
Questa è la seconda volta che il complesso CIQ nell'edificio Sultan Iskandar è stato esposto a un'interruzione di corrente, dopo la prima, lo scorso dicembre, durata mezza giornata. (foto Bernama)

JOHOR BAHRU: Il complesso delle dogane, dell'immigrazione e della quarantena (CIQ) presso l'edificio Sultan Iskandar qui ha subito un'interruzione di corrente di un'ora questa sera.

L'unità Comunicazione e affari dell'Ufficio immigrazione ha dichiarato in un post su Facebook che l'interruzione è avvenuta alle 16:15. L’elettricità è tornata un’ora dopo, dopo che le autorità hanno adottato misure rapide.

“La corrente elettrica è stata ripristinata alle 17:15 e tutte le aree di ispezione funzionano normalmente.

L'unità ha dichiarato: “Grazie a tutti gli ufficiali in servizio nell'edificio, che hanno svolto le loro responsabilità con dedizione per garantire il regolare flusso dei visitatori”.

Questa è la seconda volta che il complesso CIQ subisce un'interruzione di corrente, dopo la prima interruzione di corrente nel dicembre dello scorso anno che durò mezza giornata.

L'essenza del pensiero su Hafiz Ghazi ha criticato Tenaga Nasional Bhd dopo che un'interruzione di corrente programmata si è trasformata in un blackout prolungato.

L'interruzione programmata della fornitura sarebbe dovuta avvenire dalle 20:00 del 5 dicembre alle 4:00 del giorno successivo per lavori di manutenzione.

Tuttavia, secondo i post sui social media, l’interruzione di corrente è continuata fino alle 9 del mattino, causando colli di bottiglia sul collegamento del ponte poiché gli agenti dell’immigrazione hanno dovuto condurre ispezioni manualmente.

READ  Coronavirus: OMS considera ahora que las vacunas chinas contra el covid-19 requieren tres dosis | Sinopharm | Sinovac | Tercera Dosis | | MUNDO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *