Il 2024 è un anno bisestile? Cos'è il giorno bisestile? Questo è il motivo per cui i calendari aggiungono un giorno

Il 2024 è un anno bisestile?  Cos'è il giorno bisestile?  Questo è il motivo per cui i calendari aggiungono un giorno

Lui gioca

Una volta ogni quattro anni, un ciclo attorno al sole di 365 giorni diventa 366 giorni.

Il 2024 è un anno bisestile, il che significa che aggiungeremo un giorno alla fine di febbraio, prolungando così l’anno di un giorno. Poiché gli anni bisestili si verificano ogni quattro anni, i nostri ultimi giorni bisestili sono stati nel 2020 e nel 2016, e il prossimo anno bisestile avverrà nel 2028.

Ecco cosa sapere sugli anni bisestili, quando aspettarli e perché cadono nel nostro calendario una volta ogni quattro anni.

Eclissi in arrivo: L'eclissi solare totale di aprile attraverserà 13 stati americani. Quale è in arrivo?

Quando è il giorno bisestile?

Il giorno bisestile è il 29 febbraio 2024.

Febbraio, il mese più corto dell'anno, ha solitamente 28 giorni di calendario. Ma in un anno bisestile aggiungiamo un altro giorno a febbraio, rendendolo lungo 29 giorni.

L’ultimo giorno bisestile è stato nel 2020, e il prossimo giorno bisestile sarà nel 2028.

Cos'è il giorno bisestile?

Sebbene non accada nulla di particolarmente degno di nota nel giorno bisestile (a parte rendere febbraio un giorno più lungo), il motivo per cui lo facciamo è dovuto alla scienza.

I nostri normali anni solari durano 365 giorni, ovvero il numero di giorni necessari alla Terra per orbitare attorno al sole. Ma secondo Museo Nazionale dell'Aria e dello Spazio, 365 giorni è un numero arrotondato. Infatti, la Terra impiega 365,242190 giorni per ruotare completamente, ovvero 365 giorni, 5 ore, 48 minuti e 56 secondi.

READ  Effondrement en Floride : la condition de l'immeuble n'avait cessé de se détériorer

Aggiungendo un giorno in più ogni quattro anni, ciò consente al nostro calendario di rimanere in linea con l'orbita effettiva della Terra e di non deviare dalle stagioni, poiché gli equinozi e i solstizi estivi e invernali non si allineeranno più con le stagioni.

Con quale frequenza si verificano i giorni bisestili? Non tutti sono ogni quattro anni

Dato che gli anni bisestili dovrebbero verificarsi ogni quattro anni, ciò avrebbe senso. Ma è Non così semplicedice il Museo Nazionale dell'Aria e dello Spazio. Quando aggiungiamo un giorno bisestile ogni quattro anni, allunghiamo il nostro calendario di 44 minuti e, nel tempo, si spostano anche le stagioni.

Per combattere questo problema, la regola è che se un anno è divisibile per 100 ma non per 400, saltiamo quell’anno bisestile. Abbiamo superato gli anni bisestili nel 1700, 1800 e 1900, ma non li abbiamo saltati nel 2000.

Il prossimo anno bisestile che salteremo sarà l’anno 2100.

Perché febbraio è un giorno bisestile?

La scelta del mese di febbraio per un anno bisestile e l'aggiunta di un giorno in più risale alle riforme apportate da Giulio Cesare al calendario romano, che si ispirò al calendario solare egiziano. Secondo History.com. Il calendario romano a quel tempo era basato sul sistema lunare e l'anno consisteva di 355 giorni, che era più breve dell'anno solare. Questa discrepanza ha fatto sì che il calendario non fosse sincronizzato con le stagioni nel tempo.

Per risolvere questo problema, Giulio Cesare introdusse il calendario giuliano, un calendario solare, che includeva un sistema di anni bisestili. Quando il calendario giuliano fu successivamente modificato in calendario gregoriano nel 1582, la tradizione di aggiungere un giorno bisestile al mese di febbraio continuò.

READ  IFJ國際記者聯盟報告稱北京捆綁「疫苗外交」重塑世界媒體格局 - BBC News 中文

Contributo: Saman Shafiq, USA TODAY.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *