Hubble ha catturato la sua immagine più grande mai realizzata nel vicino infrarosso

⇧ [VIDÉO] Potrebbe piacerti anche questo contenuto del partner (dopo la pubblicità)

Il telescopio spaziale Hubble della NASA continua a catturare rare osservazioni dell’universo. Più recentemente, una tecnologia nota come Drift and Shift (DASH) ha consentito alla fotocamera di un telescopio di ingrandire e velocizzare il suo utilizzo. I ricercatori riferiscono che questo è un punto di partenza per le osservazioni astronomiche nel prossimo decennio.

Dal suo lancio più di 30 anni fa, il telescopio spaziale Hubble ha inaugurato una rinascita nello studio dell’evoluzione galassie Negli ultimi dieci miliardi di anni nell’universo ‘, lui spiega In un comunicato stampa Lamia Mulla, autrice principale dello studio preliminare e membro del Dunlap Institute for Astronomy and Astrophysics presso il College of Arts and Sciences dell’Università di Toronto.

Per mappare le regioni di formazione stellare nell’universo e scoprire come nascono le galassie più antiche e lontane, il telescopio spaziale Hubble ha catturato la più grande immagine nel vicino infrarosso mai scattata. Poiché questa è la lunghezza d’onda più lunga (più rossa) osservata da Hubble, consente agli astronomi di vedere meglio questo tipo di galassia (sia antica che lontana). Un team internazionale di ricercatori ha studiato l’immagine in un nuovo studio ad alta risoluzione chiamato 3D-DASH.

Questo programma espande l’eredità di Hubble nell’imaging su larga scala in modo che possiamo iniziare a risolvere i misteri delle galassie oltre il nostro. “Continua fedele. L’eredità che permette di trovare oggetti rari e bersagli che possono poi essere osservati dal James Webb Space Telescope, Sono arrivato a destinazione lo scorso dicembre. Quest’ultimo, infatti, è pensato più per foto sensibili, in modo da catturare i dettagli più fini di una piccola area.

READ  Professore Dott. Venezia 1° Professore della Facoltà di Scienze Matematiche e Fisiche

3D-Drift and Shift: acquisizione più veloce e più ampia

Infatti, astronomi professionisti e dilettanti possono esplorare il cielo grazie a Versione interattiva online per l’immagine 3D-DASH. Gli astronomi possono cercare nell’immensa regione catturata dal cielo per trovare oggetti rari e identificare le galassie più grandi, buchi neri Galassie fuse attive e rare – come Immortalato lo scorso febbraio. ” Sono curioso di vedere le galassie mostruose, le più grandi dell’universo, che si sono formate dalla fusione di altre galassie. Come si sono evolute le loro strutture e cosa ha portato a cambiamenti nella loro forma? dice Mola.

Per ottenere tali immagini, i ricercatori hanno utilizzato una nuova tecnica chiamata “Drift-and-Shift” (DASH). Questo è efficace per coprire una vasta area, utilizzando il canale nel vicino infrarosso della telecamera a campo largo 3 del telescopio spaziale. Nelle osservazioni standard di Hubble, le stelle guida vengono acquisite con ogni nuovo segnale (ogni acquisizione dura circa 10 minuti). La tecnologia di nuova concezione offre un campo visivo più ampio, che consente di creare un’immagine otto volte più grande del normale.

Nel dettaglio, la fotocamera effettua più scatti e poi li mette insieme in uno solo. DASH scatta anche foto più velocemente della normale tecnologia: scatta otto foto per orbita da Hubble invece di una e raggiunge in 250 ore ciò che normalmente avrebbe richiesto 2.000 ore.

I pannelli ingranditi sulla mappa di profondità 3D-DASH rivelano una vasta gamma di oggetti luminosi da studiare. © Moula et al. 2022

3D-DASH fornisce ai ricercatori un’indagine completa nel vicino infrarosso dell’intero campo COSMOS, uno dei campi di dati più ricchi per gli studi extragalattici al di fuori della Via Lattea. Questa tecnologia copre un’area totale circa sei volte la dimensione della luna nel cielo vista dalla Terra. Questa è la prima volta che un’immagine così grande e nitida è stata ottenuta nel vicino infrarosso. Cosa ti piacerà fino alla prossima generazione di telescopi spaziali a infrarossi (incluso Nancy Grace Roman), che dovrebbe essere lanciata entro il prossimo decennio.

READ  Inizia la costruzione del radiotelescopio più grande del mondo
fonte : arXiv

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.