Gran Bretagna’s Cycling Tour: Dinan Sport Cycling può ancora riservare una sorpresa?

Gran Bretagna’s Cycling Tour: Dinan Sport Cycling può ancora riservare una sorpresa?
Ilan Larmit durante una delle sue ultime vittorie. © Dinan Sport Ciclismo

visma gigante, passo veloce, Groupama FdjIsrael Cycling, Deceuninck, DSM… nomi e colori che risuonano nel mondo del ciclismo.

quella di Dinan Sport CiclismoTimbrato Auto ideale – Skoda, un po ‘meno. Tuttavia, questo sta prendendo forma Coates d’Armor Con lo status di dilettanti che si presenteranno ai nastri di partenza Giro della Gran Bretagna Con cartellino titolare.

Già 5 grandi vittorie quest’anno

L’anno scorso si è organizzata per permettere John Lebon Per inserire il suo nome nella lista dei vincitori dell’evento. Ma l’ex professionista è decisamente andato avanti. Quindi abbiamo dovuto ricostruire. È andato più veloce del previsto.

“Oltre a Le Bon, abbiamo perso anche Le Cam e Alleno”, ricorda il nuovo direttore sportivo, Claudio Carlin. Scommettiamo sui ragazzi giovani che ci fanno bene. Abbiamo già ottenuto cinque vittorie in questa stagione, inclusi due grandi classici, e Tour dei Paesi Baschi e il Coppa Louison Bobbitt ».

Due successi in avvio di stagione Ilan Larmit, che ha appena aggiunto al suo palmares due nuove vittorie, vincendo due giorni di fila, non oltre dieci giorni dopo, ha firmato Strada dei Megaliti poi via Burhoe Tour.

Incredibili progressi

Così arriva in perfette condizioni per il Tour de Bretagne. Tanto che viene spontaneamente citato da Jan Coruloresponsabile dei rapporti con le squadre all’interno dell’organizzazione del Tour de Bretagne, come uno dei corridori da seguire con Pierre Thierry (Morbihan-Vipolia-Goa) Italiano Davide Persico (Italia U23) belga Lou Van Bell (Jumbo Visma) o portoghese Antonio Morgado (Hagen Biermann). “Lo vedo vincere una tappa”, prevede Jan Corullo.

READ  Italia: Di Maria torna alla Juventus
Video: attualmente in Actu

“Conoscevamo il suo potenziale quando era al Loudéac. Siamo riusciti a portarlo a casa nostra e non ci aspettavamo che raggiungesse un livello così alto così in fretta, quando aveva solo 21 anni”, dice il suo direttore sportivo, stupito di Larmette. Chi sarà associato al Tour of Britain? Damien Boisson, Anthony Raleigh, Maxine Tanguy, Leo Silenqvist e Tanguy Dervilly.

Miglioramenti e rotture

“Abbiamo un team affiatato, laborioso e ambizioso”, descrive Claude Carlin, e non ha deciso di accontentarsi di un ruolo in più.

“Bisogna essere intelligenti e vigili, prestare attenzione alle ricompense e guidare forte senza rallentare fino al traguardo, almeno per evitare pause nelle gare finali che fanno perdere secondi preziosi”.

In una gara che si preannuncia aperta, secondo Yann Corollou, Dinan Sport Cycling potrebbe non essere uno spaventapasseri. Ma nemmeno l’anno scorso, comunque…

Segui tutte le notizie dalle tue città e media preferiti iscrivendoti a Mon Actu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *