Gli scienziati hanno scoperto materia organica sulla luna di Saturno. È un ottimo posto in cui vivere

La struttura della luna Encelado – la superficie è ricoperta da una spessa crosta ghiacciata, sotto di essa si trova l’oceano salato, il nucleo è fatto di rocce.

La luna di Saturno Encelado è ricoperta da una spessa crosta di ghiaccio e la temperatura sulla sua superficie raggiunge i meno 180 gradi Celsius. Tuttavia, gli astronomi promettono di trovare la vita qui. È più caldo nella polpa e nell’acqua allo stato liquido.

Informazioni preziose su Encelado sono state fornite dalla navicella spaziale Cassini, che ha orbitato attorno a Saturno dal 2004 al 2017 prima di pianificarne la distruzione. Proprio all’inizio della sua missione, Cassini ha catturato nuvole di ghiaccio d’acqua espulse da un centinaio di geyser dall’interno del corpo vicino al polo sud della luna. Questo fenomeno, noto come vulcani di ghiaccio, è stata la prova per gli scienziati che Encelado non è solo una palla di ghiaccio, ma un corpo geologicamente attivo con rocce e acqua nel suo nucleo.

Si presume che un oceano liquido salato con una profondità da 26 a 31 chilometri si nasconda sotto la superficie del ghiaccio. Quindi è molto più profondo della circonferenza della Terra, che ha una profondità media di soli 3,7 chilometri. Encelado è un corpo piuttosto piccolo, la cui lunghezza media è di 500 km.

Saturno e le sue luneFonte: Profimedia.CZ

Da dove viene il metano?

Ovunque c’è acqua, può esserci vita. Se gli astronomi del nostro sistema solare cercano un oggetto con le giuste condizioni per la nascita della vita come la conosciamo dal nostro pianeta, allora Encelado sembra essere il candidato più adatto. Inoltre, i campioni prelevati dalla sonda Cassini contenevano composti organici complessi contenenti idrogeno, carbonio e metano.

READ  Perché la sonda Mars Insight si copre di sporcizia

Un breve video in inglese che riassume le ultime scoperte:

Fonte: YouTube

L’astrobiologia è più interessata alla miscela di idrogeno e metano. Le particelle di H2 sulla Luna sembrano formarsi dall’interazione di rocce e acqua calda sul fondo del mare; L’idrogeno prodotto in questo modo è cibo sulla Terra per alcuni microrganismi negli oceani che lo convertono in metano. “La domanda è: i microbi che consumano idrogeno possono spiegare la quantità sorprendentemente grande di metano che la sonda spaziale Cassini ha rilevato su Encelado?” chiede Régis Ferrière del Dipartimento di Biologia Evoluzionistica dell’Università dell’Arizona.

A un passo da una scoperta pionieristica

L’anno scorso, Regis Ferrier e il suo team hanno sviluppato una serie di modelli matematici per valutare biologicamente il potenziale di produzione di metano sulla superficie lunare. È lieto di scoprire che questa possibilità esiste. Tuttavia, per confermare completamente la presenza di microbi su Encelado, gli scienziati dovranno inviare ulteriori missioni al corpo. C’è ancora la possibilità che il metano sulla Luna sia causato da processi chimici completamente diversi che non hanno nulla a che fare con la vita.


Il disastro ambientale causato dallo schianto dell'asteroide è stato inaspettato.  Come

Gli scienziati dicono che è probabile che sulla luna siano state trovate ossa di dinosauro

Secondo Chris McKay del Centro di ricerca della NASA, la conferma della presenza di microrganismi sulla superficie di Encelado può insegnarci l’evoluzione della vita nello spazio in generale. “Non stai solo cercando la vita, stai cercando di capire l’essenza di questa vita e confrontarla con la vita sulla Terra”, McKay spiega, aggiungendo: “Se la vita nel nostro sistema solare iniziasse in almeno due posti, sai che l’universo sarebbe pieno di vita”.

risorse: https://www.space.com/e https://www.scientificamerican.com/e https://cs.wikipedia.org/

READ  Pettinando le vene dell'energia oscura, DESI ha creato la mappa 3D dell'universo più grande e dettagliata di sempre |

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *