Gli esperti sono fiduciosi dell’imminente inclusione orbitale di Tianwen-1 su Marte nonostante le sfide senza precedenti

La China National Space Administration (CNSA) ha rilasciato venerdì la prima immagine di Marte scattata dalla prima sonda cinese su Marte Tianwen-1. L’immagine in bianco e nero è stata scattata a circa 2,2 milioni di chilometri dal pianeta rosso, secondo la CNSA. Tianwen-1 dovrebbe raggiungere il campo gravitazionale di Marte ed eseguire la manovra di frenata intorno al 10 febbraio, il giorno prima del capodanno cinese. Foto: VCG

Tianwen-1, la prima sonda su Marte della Cina, nutre grandi speranze per gli osservatori di stelle di tutto il mondo e si prevede che raggiungerà presto la gamma marziana ed eseguirà un’inserzione orbitale, una manovra importante ma difficile per completare l’atterraggio di sette mesi. Crociera sul pianeta rosso.

Questo momento emozionante potrebbe arrivare già mercoledì sera, secondo fonti vicine all’argomento, il giorno prima del capodanno cinese, il cui successo porterà, senza dubbio, grande gioia e orgoglio al popolo cinese che lo è. Celebrando il capodanno cinese sul pianeta terra.

Mentre il veicolo spaziale da cinque tonnellate brucerà i suoi motori per rallentare il velivolo abbastanza da essere raccolto dall’attrazione gravitazionale di Marte, gli esperti spaziali cinesi contattati martedì dal Global Times hanno espresso grande fiducia nella prossima missione Tianwen-1 in orbita di Marte. L’elenco, secondo cui il ripetuto successo del paese delle missioni della sonda lunare Chang’e che coinvolgono una fase di inserimento orbitale simile ha fornito una preziosa esperienza.

Tuttavia, ci sono diversi fattori che si aggiungerebbero ai rischi significativi della manovra Tianwen-1 vicino a Marte.

La distanza tra la Luna e la Terra è di circa 360.000 a 400.000 km, mentre la distanza tra Marte e la Terra varia da 56 milioni a 400 milioni di km. La distanza più lunga tra la Terra e Marte è 1.000 volte la distanza tra la Terra e la Luna.

READ  I continenti si dividono, gli oceani scompaiono, alcuni nascono ... Sono 40 secondi di miracoli | Tecnologia | Terra | Scienza | Notizie di scienza | Notizie sulla tecnologia Malayalam

Una distanza molto più lunga significa un ritardo significativo nella comunicazione, che può essere fino a 10 minuti, il che significa che il veicolo spaziale dovrà eseguire comandi per avviare la combustione in frenata da solo, con istruzioni precedentemente inviate dal Centro di controllo aerospaziale di Pechino per chiarire i compiti tra cui l’aggiustamento della posizione Pang Qihu, un ex ricercatore dell’Accademia cinese di tecnologia spaziale e autore di scienze spaziali, ha dichiarato mercoledì al Global Times.

Pang ha spiegato che un’ustione di frenata in gran parte automatica sarebbe un passaggio fondamentale per introdurre Tianwen-1 nell’orbita di Marte, come se fosse molto lento, entrerebbe in collisione con Marte e, se fosse troppo veloce, volerebbe e mancherebbe il suo obiettivo.

Pang ha aggiunto che poiché Marte orbita più lontano dal Sole che dalla Terra, l’alimentazione solare alla sonda sarebbe un altro problema, complicando ulteriormente la manovra.

A giugno 2020, ci sono stati 44 tentativi di esplorazione umana di Marte, più della metà dei quali hanno fallito. Gli esperti hanno affermato mercoledì che paesi tra cui l’ex Unione Sovietica, gli Stati Uniti e il Giappone hanno tutti sperimentato esperimenti falliti nei loro tentativi di entrare nell’orbita di Marte, evidenziando la difficoltà di incontrare Marte.

La China National Space Administration (CNSA) ha rilasciato venerdì la prima immagine di Marte scattata da Tianwen-1 da 2,2 milioni di chilometri da Marte.

E secondo il CNSA, la sonda ha effettuato la sua quarta correzione orbitale venerdì alle 20:00, con l’obiettivo di assicurarsi che la sonda raggiunga una data pianificata correttamente con Marte.

L’agenzia spaziale ha detto che tutti i sistemi di sonde sono in buone condizioni.

READ  L'astronomo Maya Hazeem rivela le previsioni degli oroscopi di mercoledì

La Cina ha lanciato la sonda Marte il 23 luglio 2020, progettata per completare l’orbita, l’atterraggio e il roaming in un’unica missione.

La Cina ha lanciato con successo la sua prima sonda su Marte, chiamata Tianwen-1, tramite un razzo vettore Long March-5 Y4 dal Wenchang Space Launch Center nella provincia di Hainan, nel sud della Cina, all’orbita pianificata il 23 luglio. Foto: Guo Wenbin / Our Space

Nella stessa Maratona Terra-Marte dopo il suo lancio lo scorso anno, una navicella spaziale proveniente da Emirati Arabi Uniti, Cina e Stati Uniti arriverà su Marte una per una a febbraio.

L’Hope Orbiter delle dimensioni di un’auto degli Emirati dovrebbe raggiungere l’orbita di Marte martedì e trascorrerà quasi due anni a sorvegliare l’atmosfera del pianeta per studiare i cambiamenti quotidiani del clima di Marte.

In caso di successo, gli Emirati Arabi Uniti saranno il primo paese arabo a dispiegare un’indagine interplanetaria.

Dopo aver orbitato attorno a Marte per circa tre mesi, il cinese Tianwen-1 schiererà un lander e un rover assemblati insieme per atterrare a Utopia Planetia intorno a maggio.

Global Times ha appreso dalla China Space Authority che Tianwen-1 mira a raggiungere un gran numero di obiettivi scientifici tra cui lo studio della morfologia e della geologia del pianeta, della ionosfera dell’atmosfera marziana, del clima superficiale e dell’ambiente.

In un altro sviluppo, il rover “perseverante” della NASA dovrebbe atterrare il 18 febbraio al cratere Jezero, un antico sito del delta del fiume che si ritiene rechi tracce di vita passata. Il sito di notizie tecnologiche statunitense The Verge riporta che il sito di atterraggio si trova a circa 1.600 miglia dal rover cinese. Questa è la nona missione della NASA su Marte.

READ  Un animale unico è stato ucciso in Transcarpazia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *