First Girou di Antoine Duchesne al crepuscolo della sua carriera | Hai visto?

Il team francese ha annunciato, martedì, che Thibaut Pinot sarà assente da questo Giro a causa del mal di schiena. Quindi i concorrenti non sarebbero stati al servizio del leader.

Alla base, Thibaut non è andato lì per lottare nella classifica generale, come specifica Duchesen. Con i suoi problemi alla schiena all’inizio della stagione, sapevamo che se fosse riuscito ad arrivare all’inizio, sarebbe stato un vantaggio. Saremmo stati intorno a lui più degli altri, ma il suo obiettivo era lottare per le vittorie a tappe. La strategia è la stessa, ma la nostra migliore possibilità di vincere una tappa è persa.

Abbiamo ancora una forte squadra separatista. Non è un regolatore da corsa veloce, né abbiamo corridori o favoriti.

Il Quebec potrebbe essere parte di una secessione per le prossime tre settimane, ma ha ambizioni moderate.

Spiega che la maggior parte dei separatisti che bloccano la strada lungo la strada di solito iniziano con i passaggi. Succede spesso nella seconda o terza settimana, quando i ragazzi che avrebbero dovuto lottare per la classifica generale non lo fanno più per x motivi. Pertanto, sono entrati nelle scollature e sono loro che vincono le tappe.

Sempre meno, come 10 o 15 anni fa, assistiamo a rotture in cui non ci sono favoriti. Questi sono gli scismi che posso vincere. Ora non esiste più un vero trucco magico. Senza pessimismo, gli uomini che vincono la gara sono sfortunati. La vittoria più forte.

Citazione da:Antoine Duchesne

Risalite il pendio

Antoine Duchesne ha fatto molta strada dopo aver contratto la mononucleosi nell’agosto 2020. Poi ha dovuto rinunciare al suo secondo round del Tour de France. L’anno precedente è stato operato per curare la fibrosi dell’arteria iliaca che gli ha fatto perdere due mesi di attività.

Che sia stato scelto per partecipare al Giro lo rende felice. Ma il campione canadese nel 2018 non si vanta, anche se diventa il secondo del Quebec, dopo Hugo Hall, a partecipare ai tre round maggiori (Francia, Spagna e Italia).

Duchesen dice che sono contento di fare il giroscopio. Non per dire che ho fatto tutti e 3 i giri, ma solo per esserci perché penso che sia una gara davvero fantastica. Non so come sarà con la pandemia. Ma nel complesso c’è una buona folla, queste sono buone tappe ed è una gara spesso aperta, con colpi di scena, meno bloccata rispetto al Tour de France.

L’assenza di spettatori danneggerà chiaramente l’atmosfera e Duchesen si lamenta.

Il ciclismo è l’unico sport al mondo che passa così per il pubblico su grandi corsie. questo è triste. Quest’anno stavo facendo il mio 7 ° Tour nelle Fiandre, una delle gare più leggendarie, durante le vacanze di Pasqua. Di solito c’è una festa nazionale lì. E non c’era nessuno su Old Quarmont. Mi ha davvero segnato: “Oh sì, ecco cos’è …”

Citazione da:Antoine Duchesne

Tuttavia, all’alba dei suoi trent’anni, Antoine Duchesne era deliziato dai suoi progressi. Ha partecipato in particolare al Catalonia Tour a marzo e all’Alpine Tour ad aprile, dopo aver lavorato duramente in allenamento.

Sono davvero contento di essere riuscito a tornare al livello che ero prima della mia operazione un paio di anni fa. E per sei mesi, da quando era il mio mono, è stato davvero un sacco di lavoro, passo dopo passo. Mentalmente, è difficile progredire lentamente.

Funzione shaker

Cavalcare nell’ombra per il suo capitano non rende Duchesne infelice, ne è solo orgoglioso. Ma alla sua nona stagione nel World Tour, dice che la gara non è stata facile quest’anno.

Quasi tutte le gare che ho preso sono state gare di scalatori. Ero lì per supportare i nostri alpinisti. Se ti piacciono le gare per cinque giorni o una settimana, con una media di 3.000 metri di dislivello al giorno, le squadre inviano solo alpinisti o, come noi, sei alpinisti e un uomo più anziano per protezione. In un Grand Tour hai 60 scalatori e poi hai bobine e un corridore. il gruppo è meno omogeneo.

La scorsa settimana al Tour des Alpes sono stato uno dei primi 10 ciclisti. Miglioravo il mio record personale ogni giorno, ma ero da solo con 10 o 12 uomini grassi. È difficile dirlo a te stesso: sono tornato al mio livello, ma non sembra affatto una gara. Ma lì, non vedo l’ora di vedere un grande tour.

Citazione da:Antoine Duchesne

La gloria non è ciò che motiva un atleta Chicotime. Consapevole dei suoi punti di forza e di debolezza, conosce molto bene il suo posto nell’organigramma ciclistico del mondo.

READ  La Coppa ATP: Zverev e Tsitsipas si aggrappano a Italia e Russia in semifinale

Dice: ho delle qualità molto buone e sta a me usarle. Queste qualità non mi fanno vincere le gare, ma servono a tutto il resto. Domani mattina in azienda non tutti possono essere amministratori delegati, ma tutti contano sulla piramide. Lo faccio da 10 o 15 anni. Quindi, per me, devo capire dove mi trovo nella piramide. Mi sono sempre trovato bene. Sono ancora qui oggi, anche se non ho vinto una gara. Mi guadagno da vivere. Ho passato due anni difficili e sono ancora qui, e sarò all’inizio del Giro. L’ultima volta che ho fatto un grande tour, un paio di anni fa alla Vuelta, abbiamo avuto la maglia rossa per quattro giorni e abbiamo vinto in due round. Ho tutte le soddisfazioni di cui ho bisogno.

Pensionamento anticipato

Questa carriera, ricca di insidie, si conclude, senza trasformare una sola persona in possesso di un contratto valido fino alla fine del 2022 con Groupama-FDJ. Non lo vedremo camminare per le strade d’Europa ancora per molto tempo.

Non riesco a immaginarmi a farlo per molti altri anni. Sì, sono giovane, ma sono qui da molto tempo ed è una scelta difficile nella vita, trasferirsi all’estero in questo modo. Sempre di più, ha cominciato ad appesantirmi. Mia moglie è del Quebec, si è trasferita con me. Lo costringo indirettamente a fare questa scelta. Mia sorella e le mie amiche stanno iniziando ad avere bambini e sempre più sentirsi soli nelle mie piccole bolle, anche se mi sono sistemato in un posto davvero buono e dove ho sempre voluto essere.

Citazione da:Antoine Duchesne

L’epidemia non aiuta il suo stato mentale e questo isolamento di cui soffre lo spinge a pensare alle sue priorità.

READ  Hakimi: "Hai qualcosa con me su EA Sports FIFA?"

Non vedrò i miei genitori per un anno e mezzo? Non lo so. Tutto questo per dire che vado in bicicletta? Anche gli ultimi due anni sono stati duri. Andrò un anno alla volta. Là, potevo ancora sentirmi felice. Era difficile rimettersi in forma e non era una strada facile. Questi sono momenti in cui mi sentivo stanco tutto il tempo. Anche convivere con questa stanchezza a volte è pesante.

Quindi Antoine Duchesen non sarebbe rimasto a lungo nel mondo del ciclismo. Ha a cuore diversi sogni, incluso il sogno di lavorare nel mondo del vino.

Lui risponde: ho ambizioni di carriera in questo mondo. Sarò proprietario di un motel, agricoltore o enologo? Non so esattamente. Ritorneremo sicuramente a vivere in Quebec e penso che sarà in quell’ambiente e convivenza e cibo. Tre quarti dei miei amici sono chef, baristi e viticoltori. Faccio il bagno in questo mondo da molto tempo. E se non fossi stato un ciclista, ovviamente ci sarei stato. A 32, 33 o 35 anni, non c’era molto tempo per iniziare un’altra carriera.

Una presenza improbabile a Tokyo

Il ciclismo in Canada il 5 luglio annuncerà il terzo uomo che accompagnerà Michael Woods e Hugo Hall nella corsa olimpica su strada.

Non riesco proprio a crederci, ammetto l’atleta scelto per i Giochi Olimpici di Rio 2016. Dei cinque uomini che sono arrivati ​​terzi, ci sono corridori migliori di me quest’anno. Nessuna amarezza sul mio viso. Guillaume Boevin, Alex Cataford, Ben Berry e James Piccoli stanno cavalcando bene e io sono tornato. Ma non ho ancora fatto niente di straordinario. Piuttosto, mi aspetto di essere la prima alternativa.

Il ciclista canadese sorride prima di partecipare alle Olimpiadi di Rio 2016

Antoine Duchesne

Foto: Associated Press / Brian Lennon

Nel frattempo cosa gli auguriamo nella prossima sfida a Jiro?

Se riesco a farcela bene, finisco bene e gestisco una rottura o due e la squadra è in cima, allora avrò il mio lavoro quando sarà necessario. Questo è quello che mi aspetto, tornando Gioco E non soffrire per tre settimane. È stato davvero difficile tornare indietro, Deduce, vai avanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *