Ecco una mappa di tutti i vulcani su Venere

Ecco una mappa di tutti i vulcani su Venere

Negli anni ’90, la sonda Magellan ha mappato la superficie di Venere. Prendendo questi dati con il software di geoanalisi ArcGIS allora non disponibile, due ricercatori dell’Università di Washington hanno fatto un accurato inventario dei vulcani di Venere.

Essi una cartinadisponibile gratuitamente ai ricercatori, identifica la distribuzione di 85.000 vulcani con un diametro compreso tra meno di 5 km e più di 100 km.

Solo 1000 di loro superano i 100 km di diametro. Ricordiamo che pochi giorni fa, i dati di Magellano hanno rivelato una recente attività vulcanica su Venere.

Con la recente scoperta dei vulcani attivi su Venere, è fondamentale capire dove sono concentrati i vulcani sul pianeta, quanti sono, quanto sono grandi, ecc. spiega Paul Byrne, professore di scienze della terra e planetarie all’Università di Washington e coautore dello studio.

Questo è il documento più completo sull’attività vulcanica su qualsiasi pianeta, inclusa la Terra. Infatti, sottolineano i ricercatori, non disponiamo di mappe così dettagliate perché non abbiamo ancora incluso i vulcani dei fondali marini sul nostro pianeta.

Mappa dei vulcani di Venere ricavata dai dati della sonda Magellan. © Rebecca Hahn, Università di Washington a St. Louis

Il lavoro continuerà

Secondo loro, ci sarà ancora una grande quantità di vulcani o terreni vulcanici troppo piccoli per essere individuati con il livello di risoluzione offerto dalle immagini radar di Magellan.

I due ricercatori incoraggiano i loro colleghi a continuare questo lavoro analitico dalla mappa. ” Altre persone faranno domande che noi non abbiamo posto, sulla forma, le dimensioni e la distribuzione dei vulcani, i tempi della loro attività in diverse parti del pianeta e così via. Non vedo l’ora di vedere cosa potranno scoprire grazie al nuovo database! Paul Byrne si rallegra.

READ  Scegli una foto e scopri la tua personalità

Spera inoltre che le future missioni di esplorazione di Venere pianificate per il 2030 possano affinare questa conoscenza attraverso immagini più accurate.

L’Agenzia spaziale europea prevede di lanciare la missione immaginare All’inizio degli anni ’30, la NASA ha convalidato le missioni Verità, onestà (Venus Radiance, Radio Science, Infrascopia, Topografia e Spettroscopia) E DaVinci + (Esplorazione di Venere nell’atmosfera profonda dei gas nobili, chimica e imaging), ma la prima è stata rinviata a causa di vincoli di bilancio. Non è ancora noto se l’agenzia spaziale statunitense sarà in grado di rilanciare questo programma tra qualche anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *