Ecco il suono più bello che si possa sentire in natura! Di chi stiamo parlando? La risposta ti sorprenderà!

Ecco il suono più bello che si possa sentire in natura!  Di chi stiamo parlando?  La risposta ti sorprenderà!
L'usignolo, il cui nome scientifico è Luscinia megarhynchos, rappresenta il suono più bello che si possa udire in natura. Il suo suono un tempo era considerato un antidolorifico naturale.
Daniele Injmi Daniele Injmi Meteorite Italia 5 minuti

Usignolo e il suo nome scientifico Lucinia megarenchusRappresenta il suono più bello che si possa sentire in natura. Il suo suono un tempo era considerato un antidolorifico naturale. Oggi ci ricorda la bellezza della natura che non ci abbandona mai, nemmeno nei momenti più difficili.

Non è un caso che in italiano Il termine “usignolo” è usato per riferirsi a una persona con talenti canori speciali. Inoltre, le capacità vocali di questo piccolo ma affascinante uccello sono degne di entrare nel Guinness dei primati.

Il meraviglioso canto dell'usignolo

Il canto dell'usignolo è composto da sezioni con note singole e doppie che confluiscono densamente l'una nell'altra. Nel corso della sua vita, un usignolo può apprendere fino a 260 diversi tipi di strofe che, messe insieme, formano un repertorio di “canzoni” che durano tipicamente dai 2 ai 4 secondi.

In breve, questi uccelli nascono cantanti. Differenze nei canti degli usignoli di diverse regioni Permettono di riconoscere i diversi “dialetti” regionali, Fornire informazioni molto utili per ornitologi ed etologi.

Gamma e habitat preferiti

Gli usignoli sono uccelli migratori e sono diffusi in Asia, Europa e Nord Africa. Gli usignoli dell'Europa centrale, così come quelli italiani, svernano in Africa. sul territorio italiano, Sono diffusi ovunque, dalle Alpi alle foreste montane della Sardegna e della Sicilia.

Nella tarda primavera l'usignolo si sente perfettamente anche di giorno.  Sia al mattino, al pomeriggio o alla sera.
Nella tarda primavera l'usignolo si sente perfettamente anche di giorno. Sia al mattino, al pomeriggio o alla sera.

Questi uccelli in genere preferiscono i boschi o gli arbusti, dove sono presenti radure, anche ampie, con molti arbusti. Un classico della macchia mediterranea.

READ  1.430 specie di uccelli sono scomparse a causa dell’uomo, il doppio del numero precedentemente stimato

Prediligono zone spesso umide, generalmente nidificano vicino al suolo. Lo sfondo è fogliame, con una copertura di muschio e pannocchie. La femmina dell'usignolo costruisce da sola il nido.

Dove puoi ascoltare la canzone dell'usignolo?

L'ambiente migliore per ascoltare il canto dell'usignolo è il limitare della foresta. Ciò comprende tutte le regioni del nostro territorio nazionale, da nord a sud. C'è da dire che la primavera è il periodo migliore per ascoltarlo.

Infatti in questo particolare periodo dell'anno, durante la fase dell'accoppiamento, L'usignolo maschio canta soprattutto di notte, dal tramonto all'alba. La canzone viene utilizzata per delimitare il territorio e attirare un compagno.

Infatti in questo particolare periodo dell'anno, durante la fase dell'accoppiamento, l'usignolo maschio canta soprattutto durante la notte, dal tramonto all'alba.  La canzone viene utilizzata per marcare il territorio e attirare un compagno.
Infatti in questo particolare periodo dell'anno, durante la fase dell'accoppiamento, l'usignolo maschio canta soprattutto durante la notte, dal tramonto all'alba. La canzone delimita il territorio e attrae un partner.

Nella tarda primavera, invece, i suoni dell'usignolo si possono sentire anche di giorno, al mattino, al pomeriggio o alla sera.

Un uccello ammirato da molti poeti

Il canto melodioso dell'usignolo ha incantato numerosi poeti e personaggi del mondo della letteratura. Nel corso dei secoli questo uccello è diventato il simbolo degli innamorati ed è quindi l'animale preferito della maggior parte dei poeti romantici. Così Francesco Petrarca gli dedicò diversi versi nel suo Canzoniere.

Anche il famosissimo William Shakespeare, nelle sue opere drammatiche più famose “Romeo e Giulietta”trasforma l'usignolo Una bellissima scusa ai due innamorati che si sono dovuti separare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *