Come l’innovazione e la tecnologia possono aiutare il Kenya a combattere gli sprechi e le perdite alimentari

Come l’innovazione e la tecnologia possono aiutare il Kenya a combattere gli sprechi e le perdite alimentari

I partecipanti assaggiano gli alimenti durante la Giornata internazionale di sensibilizzazione sulle perdite e gli sprechi alimentari presso l’Università di Nairobi il 29 settembre 2023. [Stafford Ondego,Standard]

Il Kenya si trova ad affrontare la grande sfida degli sprechi e delle perdite alimentari, che incidono sulla sicurezza alimentare, sulla nutrizione, sul cambiamento climatico e sullo sviluppo economico.

Secondo gli esperti, circa il 14% del cibo prodotto per il consumo umano va perso lungo la catena di approvvigionamento, mentre un altro 17% viene sprecato a livello di consumo.

Ciò significa che milioni di persone mancano di cibo in grado di nutrirle, sprecando risorse preziose come terra, acqua ed energia.

Tuttavia, c’è la speranza che l’innovazione e la tecnologia aiutino il Kenya e altri paesi a ridurre gli sprechi e le perdite alimentari e a trasformare i loro sistemi agroalimentari.

Questo è stato il messaggio diffuso dagli esperti dell’Università di Nairobi venerdì 29 settembre 2023, in occasione della Giornata internazionale di sensibilizzazione sulle perdite e gli sprechi alimentari.

“Ci aspettiamo di essere in grado di creare un centro unico dove le persone possano informarsi ed essere protette dalla perdita di cibo”, ha affermato la professoressa Jane Amboko, professoressa associata di orticoltura presso l’Università di Nairobi.

Ha detto che l’università sta creando un centro per il trasferimento tecnologico dell’innovazione agricola, dove le persone possono accedere a informazioni e soluzioni per prevenire la perdita di cibo.

M. Laban Kiplagat, direttore del Ministero dell’agricoltura e dello sviluppo dell’allevamento, ha affermato che l’innovazione e la tecnologia possono aiutare a migliorare la raccolta dei dati, il monitoraggio e la valutazione degli sprechi e delle perdite alimentari.

Ha anche affermato che le piattaforme digitali possono facilitare i partenariati e la condivisione delle conoscenze tra le varie parti interessate.

READ  סבא״א: איראן מאיצה את ייצור האורניום המועשר והצנטריפוגות

Ha affermato: “Attraverso l’attuazione delle strategie, saremo in grado di attuare tutte le azioni necessarie per affrontare la complessità degli sprechi e delle perdite alimentari, e affrontando questo problema garantiremo la sicurezza alimentare per tutti e contribuiremo all’agenda dello sviluppo sostenibile”.

L’innovazione e la tecnologia possono anche contribuire a creare nuovi mercati e opportunità per agricoltori e consumatori, ha affermato Kiplagat.

Ha affermato che l’aggiunta di valore, la lavorazione e il confezionamento possono aumentare la durata di conservazione e la qualità dei prodotti alimentari. Ha anche affermato che le app mobili, l’e-commerce e le piattaforme online possono mettere in contatto gli agricoltori con gli acquirenti e ridurre gli intermediari.

Il 29 settembre di ogni anno si celebra la Giornata internazionale della sensibilizzazione sulle perdite e gli sprechi alimentari con lo slogan: Fermare le perdite e gli sprechi alimentari: per le persone, per il pianeta. Per ricchezza.

La giornata mira a sensibilizzare e ispirare azioni per ridurre gli sprechi e le perdite alimentari, che possono migliorare la sicurezza alimentare, la nutrizione, l’azione per il clima e lo sviluppo economico.

“Se vogliamo ottenere ritorni sugli investimenti nel settore agricolo, è necessario aumentare la consapevolezza sulla questione della perdita e dello spreco alimentare e attirare maggiore sostegno e attenzione alle attività di post-produzione”, ha affermato l’Ambasciatrice Carla Mukafi. Rappresentante dell’Organizzazione per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO) in Kenya.

La giornata è stata celebrata presso l’Università di Nairobi alla presenza del Vicerettore, il professor Kiama Gitahi.

La FAO lavora a stretto contatto con il settore privato, che svolge un ruolo chiave nel sostenere l’attuazione delle principali aree di azione sviluppando casi aziendali attorno a soluzioni e contribuendo alla creazione di posti di lavoro, soprattutto per i nostri giovani e le nostre donne.

READ  Terremoto a Taiwan, sosia di Kobe Bryant in Cina, nonna singaporiana di 34 anni: i punti salienti di SCMP 7 di questa settimana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *