C’è una probabilità del 98% che i prossimi quattro anni saranno una fornace per l’umanità. Il colpevole: El Niño

C’è una probabilità del 98% che i prossimi quattro anni saranno una fornace per l’umanità.  Il colpevole: El Niño

Notizie GVTech C’è una probabilità del 98% che i prossimi quattro anni saranno una fornace per l’umanità. Il colpevole: El Niño

condivisione :


Il mondo vivrà un periodo di caldo senza precedenti, con temperature che potrebbero raggiungere record storici. È questo il risultato allarmante di uno studio condotto dall’Organizzazione meteorologica mondiale (OMM). Il colpevole ha un nome: El Niño. Questo fenomeno climatico è appena iniziato e i suoi effetti sul clima sono devastanti.

El Niño: inizia un violento fenomeno climatico

Il titolo di questo articolo può sembrare un po’ allarmista, ma si basa su fatti scientifici: sì, c’è una probabilità del 98% che i prossimi quattro anni saranno molto caldi. Allo stesso modo, i prossimi quattro anni messi insieme sono quasi certamente i quattro anni più caldi della storia moderna (in media), finora. Quindi sì, stiamo assistendo a un aumento globale e graduale delle temperature a causa del riscaldamento globale. La singolarità del momento, che cambierà e accelererà tutto nei prossimi quattro anni, è il fenomeno El Niño. Little Boy è appena arrivato e il pianeta rischia di sentire la sua partenza.

Cominciamo quindi dalle basi: cos'è El Niño? El Niño è un perfetto esempio della stretta connessione tra temperatura dell'oceano e circolazione atmosferica. Questo fenomeno climatico noto come El Niño-Oscillazione del Sud (o ENSO, con le sue iniziali) è legato a un ciclo di variazione della pressione atmosferica globale tra le regioni orientali e occidentali dell'Oceano Pacifico, chiamato Oscillazione del Sud. Questo fenomeno è periodico (anche se alquanto irregolare) e influenza fortemente il clima globale. Questo ciclo è composto da due fasi alternate: una fredda, “La Niña”, e l’altra calda, “El Niño”. Mentre La Niña diminuisce e arriva El Niño, come accade ora, le temperature superficiali del Pacifico aumentano drammaticamente a causa dell’assenza di alisei freddi.. Una cosa tira l’altra: le temperature globali stanno aumentando drasticamente. Pertanto, i periodi di El Niño vedono sempre le peggiori ondate di caldo sulla Terra. Quindi capisci perché l'Organizzazione meteorologica mondiale lancia l'allarme.

READ  SpaceX lancia il suo razzo più grande per l'ultima volta dell'anno

Che effetto ha questo sulle nostre vite?

Le prime conseguenze di El Niño cominciano già a manifestarsi nel Nord Atlantico. Facciamo un esempio concreto: Gli Stati Uniti sudoccidentali stanno attualmente affrontando la più grave siccità degli ultimi 1.200 anni. Le dighe producono fino a molte volte meno energia a causa del livello dell'acqua, i raccolti degli agricoltori sono a rischio… e questa siccità sta avendo un impatto tangibile sulla vita di persone come te e me. La scienza ha previsto tutto questo, ma in genere i governi non hanno agito di conseguenza.

Quando viene dalla Francia? Perché gli effetti del fenomeno El Niño variano da una regione all'altra. Secondo l’AEMET, l’agenzia meteorologica spagnola, El Niño sta prosciugando alcune parti del mondo mentre piogge torrenziali ne stanno inzuppando altre. I residenti non invidiano nessuna di queste situazioni. Per noi è chiaro che la Francia si trova a grande distanza dall'Oceano Pacifico equatoriale. Pertanto, i veri effetti di El Niño sono molto meno evidenti che in altri angoli del pianeta. Tuttavia, dall’analisi dei precedenti episodi di El Niño emerge un’osservazione ricorrente: Oltre alle estati torride, la Francia dovrebbe avere autunni (molto) piovosi.. El Niño porta una circolazione subtropicale più forte del solito nella nostra regione geografica. Ciò crea condizioni favorevoli (soprattutto quando l'oscillazione nordatlantica è negativa) per l'arrivo delle tempeste atlantiche in Francia, soprattutto nel sud-ovest del paese.

Concludiamo con le parole nuove di uno studioso. Il climatologo e vulcanologo Bill McGuire ha espresso grande preoccupazione. per lui, “Il mondo non è pronto.” A riprova di ciò, egli adduce il fatto che le ondate di caldo nel 2022 sono state generalmente gestite molto male, anche se le ondate di caldo sono state mitigate da La Niña. Purtroppo, le tendenze più pessimistiche degli scienziati del clima tendono a essere confermate, e per Maguire il 2022 è stato solo un avvertimento: il peggio è davanti a noi. Un ragazzino può causare gravi disastri umanitari.

READ  Maltempo in Belgio: frane, volte allagate, flussi di fiumi river

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *