Missione di tiro con l’arco della NASA: Biliardo cosmico | Hayes in linea

Sembra uscito dal testo di fantascienza: Arrow Probe, che sarà lanciato nel luglio 2021, dovrebbe lanciare un asteroide fuori rotta rispetto al suo impatto target. Il compito è verificare se in questo modo sia possibile deviare nel tempo la rotta di un asteroide diretto verso la Terra.

Se si tenta di deviare un asteroide che si muove a 30 chilometri al secondo colpendo una sonda, il cambiamento di velocità è probabilmente solo di pochi millimetri al secondo. Questo può difficilmente essere misurato con i telescopi sulla Terra. Technology Review nel suo numero attuale menziona come i ricercatori di Dart Mission hanno risolto il problema.

Parte della soluzione sta nell’obiettivo della missione: Andy Ching della Johns Hopkins University, ora il capo scienziato della missione Dart, ha scoperto una caratteristica speciale nel 2011: Demorphus è il piccolo compagno di Didymus, un asteroide con un diametro di 800 metri. “L’orbita di Demorphus attorno a Didymus è come un orologio che ticchetta”, afferma Tom Statler, uno scienziato della missione della NASA. Ogni dodici ore ruotano in cerchio. Quello che facciamo con le frecce sta colpendo quest’ora “.

Le misurazioni sono progettate per determinare l’efficienza del trasferimento della quantità di moto, comunemente indicata come lettera greca β. È una misura della quantità di moto della sonda che viene trasmessa all’asteroide. Finora, questo valore può essere stimato solo approssimativamente, poiché gli asteroidi hanno composizioni diverse e si sa poco della loro struttura interna.

Altro da Technology Review

Trenta giorni prima dell’effetto pianificato, l’astronave inizierà a raccogliere immagini di navigazione visiva. Elena Adams, ingegnere capo presso Dart Mission, afferma che il sistema di navigazione autonomo SmartNav “identifica Didymus e inizia a cercare i Dimorphos che stiamo cercando di incontrare”.

Questo articolo è tratto dalla versione Technology Review 1/2021. La rivista sarà disponibile dal 17 dicembre 2020 nei negozi e direttamente su Hiace Store. Highlights dalla rivista:

“Dopo aver scoperto di essere nel posto giusto e che ha senso, passa dall’affrontare l’asteroide principale all’affrontare la luna”. Solo due minuti prima della collisione, Smart Nav smette di eseguire manovre e questo fa scivolare l’astronave nell’asteroide. Adams dice: “E poi – Boom!” Se tutto andrà secondo i piani, Dart cesserà di esistere il 30 settembre 2022.

Per garantire che gli scienziati ottengano i dati anche dopo l’impatto, un piccolo cubo chiamato LiciaCube verrà separato dalle frecce dieci giorni prima. LiciaCube monitorerà la colonna di espulsione e filmerà anche la parte posteriore di Dimorphos mentre vola. Ma LiciaCube non avrà modo di rallentare il suo viaggio e di precipitarsi oltre Demorphus nelle profondità dello spazio.

Poi l’asteroide resterà fermo fino al 2027. Nel 2024, l’Agenzia spaziale europea vuole che EVA inizi la sua missione, chiamata HERA. La sonda visiterà nuovamente Demorphus all’inizio del 2027 per misurarlo più accuratamente, verificarne la composizione e determinarlo con maggiore precisione. Hera avrà due cubi da orologio e viaggerà nel sistema Didymus-Dimorphus da tre a sei mesi.


(WST)

Alla home page

READ  Un nuovo studio suggerisce che non siamo (mai) soli nello spazio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *