Carles Bardelis compie un viaggio intorno al mondo » Explorersweb

Carles Bardelis compie un viaggio intorno al mondo » Explorersweb

Nel corso di 2.898 giorni, Carles Bardelis fece il giro del mondo in barca a remi e in bicicletta. Il 4 aprile ha tagliato il traguardo in Namibia, dove aveva iniziato quasi otto anni fa.

Durante la sua circumnavigazione, il 39enne avventuriero lettone ha percorso 46.326 km e ha percorso 11.972 km in bicicletta. La chiave per compiere un viaggio così lungo, dice Bardelis, è stata semplicemente guardare un passo avanti.

Bardelis ha iniziato il suo viaggio nel 2016 quando lui e un compagno hanno remato dalla Namibia al Brasile. Poi, nel 2018, ha ripreso la sua attività in Brasile e ha guidato una bicicletta tandem fino a Lima, in Perù, con la sua allora fidanzata. Hanno percorso 5.400 chilometri in 102 giorni.

Subito dopo remò da solo per 26.000 chilometri attraverso l'Oceano Pacifico in 715 giorni. Quando arrivò in Malesia, divenne la prima persona a remare dal Sud America all'Asia. Stagioni di tempeste e uragani lo costrinsero a fermarsi in varie isole lungo il percorso.

Ritardi Covid

Poi il Covid lo ha costretto a mettere in pausa il suo rafting. Tornò in Lettonia e aspettò un anno e mezzo prima di poter tornare in Malesia e riprendere l'attività. Quando è arrivato, la sua barca aveva più danni causati dall'acqua di quanto si aspettasse.

Aveva bisogno di così tanto tempo per effettuare le riparazioni che perse la finestra meteorologica. I venti contrari hanno reso quasi impossibile remare sul rettilineo di Malacca. Così, invece, ha spostato la barca a Kuala Perlis, altrove in Malesia, e ha guidato la sua bici fino al nuovo punto di partenza.

Attraversando l'Oceano Indiano. Foto: Carles Bardelis

Nel gennaio 2022 ha iniziato a remare verso lo Sri Lanka. Qui è stato prelevato dal collega navigatore Dimitri Kiefer. Remarono insieme per nove giorni fino alle Maldive, dove Kiefer continuò il suo viaggio e Bardelis andò da solo.

READ  오미크론의 위력…“감염된 친구 한명도 없다면 친구 아예 없는 것”

Il suo piano era raggiungere la Tanzania, ma i venti e le forti onde continuavano a portarlo fuori rotta. Ha remato fino a 20 ore alla volta per evitare di andare alla deriva all'indietro.

L'ultima tappa del suo viaggio era piena di pericoli. Nelle prime settimane il vento lo spinse nella direzione sbagliata. Successivamente dovette tagliare una delle sue ancore quando non riuscì a estrarla dalla profonda barriera corallina a cui era attaccata.

Ranghi dell'Asia e dell'Africa

Il 21 giugno 2022 è diventato la prima persona a remare dall'Asia all'Africa. L’unico problema è che è atterrato in Somalia, non in Tanzania. Parlando a ExplorersWeb, ha spiegato: “Ero a conoscenza della corrente costiera dell'Africa orientale che corre da sud a nord. Inizia a circa 80-90 km al largo della costa africana. Il mio piano era di raggiungere la Tanzania o avvicinarmi il più possibile ad essa. Ho ancora il Kenya come zona cuscinetto sicura prima della Somalia.Ma a causa del vento ero già troppo a nord quando è arrivata la corrente.

Fissando la fase finale.

Inizio della fase finale. Foto: Carles Bardelis

La fase successiva è stata un incubo logistico. Ha dovuto abbandonare la sua barca in Somalia. Per ricominciare aveva bisogno di riprenderselo: doveva ancora porre fine al contenzioso con la Tanzania. Inizialmente l'esercito aveva detto che si sarebbe preso cura della sua barca, ma i pescatori locali invece l'hanno sequestrata.

Un anno e mezzo dopo, e dopo aver cambiato molti piani, riuscì a far arrivare la barca in Kenya. Poi la barca è stata rimorchiata nelle acque somale, a 90 chilometri dal confine somalo-keniano, e Bardelis ha iniziato la fase finale della sua disputa con il suo amico Arturs Skroderis. Hanno percorso il percorso di 385 chilometri fino a Kilifi, in Kenya, in soli tre giorni e mezzo. Il duo è atterrato il 30 gennaio.

READ  L'Esercito popolare di liberazione cinese sta pattugliando il Mar Cinese meridionale nel mezzo di rapporti tesi con le Filippine per Taiwan e controversie territoriali

Da allora, Bardelis ha percorso in bicicletta gli ultimi 5.000 km del suo viaggio durato 7 anni e 11 mesi. Viaggia dal Kenya alla Tanzania, Zambia, Botswana e Namibia.

Quando finalmente ha finito, Bardelis ha esclamato: “Le sensazioni sono surreali! La persona che ha iniziato questo viaggio quasi otto anni fa era una persona completamente diversa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *