AppFlowy, l’alternativa open source a Notion, ottiene sostenitori di grandi nomi e sbarca sul cloud

AppFlowy, l’alternativa open source a Notion, ottiene sostenitori di grandi nomi e sbarca sul cloud

Crediti immagine: AppFlowy / AppFlowy

Una nuova startup si rivolge al lucroso spazio della produttività sul posto di lavoro con un approccio open source alla gestione dei progetti e della conoscenza – e ha ricevuto il sostegno di investitori d’élite in tutto lo spettro tecnologico.

AppFlowy, come viene chiamata la società, ha raccolto finanziamenti per 6,4 milioni di dollari da una serie di noti fondatori tra cui Matt Mullenweg (Automattic); Steve Chen (YouTube); Tom Preston Werner (GitHub); Bob Young (Cappello Rosso) e Amr Awadallah (Cloudera). Il giro del seme è guidato da Capitale dell’OSS.

Aiutare la tua forza lavoro a essere più efficiente è un grande affare, come dimostrato da eventi del calibro di Un’idea nobile da 10 miliardi di dollari Valutazione nel contesto del lavoro a distanza basato sulla domanda per i programmi di cooperazione. Tuttavia, trattandosi di software proprietario, le aziende, soprattutto le imprese, potrebbero essere riluttanti a impegnarsi in tecnologie sulle quali non hanno il controllo completo.

Questo, in sostanza, è ciò che AppFlowy cerca di affrontare con una soluzione scalabile e self-hosted che va in qualche modo ad affrontare i problemi di sicurezza e scalabilità con i fornitori esistenti.

AppFlowy è disponibile per Windows, Mac e Linux e include strumenti per gestire progetti, prendere appunti, tenere traccia dello stato dei singoli elementi del progetto, visualizzare scadenze e creare documenti, tra le altre cose che potrebbero essere familiari a coloro che utilizzano spazi di lavoro virtuali simili utensili.

AppFlowy Crediti immagine: AppFlowy

Tuttavia, la promessa di AppFlowy riguarda il controllo e la personalizzazione, consentendo alle aziende di personalizzare il proprio spazio di lavoro con elementi modulari che possono essere ottimizzati per casi d’uso specifici. Poiché è open source, AppFlowy è in grado di supportare i contributi della community, che possono accelerare nuove funzionalità.

READ  Vivo presenta BlueOS, basato sul linguaggio Rust, per la prima volta con Vivo Watch 3

Ma AppFlowy si ritiene particolarmente adatto ai settori con rigide restrizioni sulla privacy dei dati.

“La maggior parte degli strumenti collaborativi proprietari sul posto di lavoro condividono un limite significativo: i loro clienti trovano troppo difficile o troppo costoso controllare i propri dati al 100%”, Co-fondatore e CEO Annie Anqi Wang Ha detto in a Post sul blog. “Di conseguenza, il vincolo del fornitore diventa difficile. Gli utenti sono spesso diffidenti nell’affidare i propri dati sensibili a questi strumenti e sono naturalmente preoccupati per la loro longevità.

Alla nuvola

È stata fondata due anni fa Wangex product manager di ByteDance e CTO Nathan Fu Che in precedenza era un ingegnere del software presso la società madre di TikTok, AppFlowy Arrivato su GitHub È stato concesso in licenza con una licenza copyleft AGPL-3.0 nel novembre 2021 e ha superato le 30.000 stelle nel suo primo anno.

Con 6,4 milioni di dollari in banca, la società è ora ben finanziata per trasformare la piattaforma in un’attività redditizia. AppFlowy ha introdotto il self-hosting tramite Supabase (un’alternativa open source a Firebase) nel Inizio settembre, che fornisce spazio di archiviazione dei dati per coloro che desiderano ospitare AppFlowy internamente. Ma oltre al finanziamento, l’azienda ha anche presentato un prodotto cloud, progettato per l’implementazione su piattaforme cloud come Amazon EC2 e macchine virtuali Azure.

“In futuro, supporteremo la collaborazione dei team e le offerte aziendali basate su AppFlowy Cloud”, ha dichiarato Wang a TechCrunch.

Infatti, sebbene il self-hosting offra alle aziende il massimo controllo sui propri dati, comporta anche costi di manutenzione e sfide che non tutte le aziende saranno disposte o in grado di coprire – ed è qui che AppFlowy Cloud entra nella mischia.

READ  Apple ha lanciato una nuova pagina web che mostra i dati che le sue app stanno raccogliendo su di te: notizie sulla tecnologia, Firstpost

Con la promessa della crittografia end-to-end (E2EE), AppFlowy spera di attirare le aziende che esitano a fare affidamento sul cloud a causa di problemi di sicurezza, ma E2EE è completamente facoltativo e alcune aziende potrebbero preferire non attivare la crittografia end-to-end (E2EE). terminare la crittografia poiché limita alcune delle cose che gli utenti possono fare. Ciò include la modifica collaborativa dei documenti in tempo reale, mentre potrebbe ostacolare, tra gli altri ostacoli, l’integrazione con alcuni servizi di terze parti.

“Le persone spesso desiderano E2EE per la massima sicurezza, tuttavia, ci sono diversi motivi per cui alcune persone potrebbero rinunciare a E2EE”, ha affermato Wang. “Gli utenti che danno priorità alla velocità e alle prestazioni possono rinunciare a E2EE, [and] Nessuna opzione di ripristino [will mean] Che solo l’utente ha le chiavi di decrittazione. Organizzazione di maggio [also] Scegli di non utilizzare E2EE per motivi di conformità normativa, politiche di conservazione dei dati e considerazioni sulla governance.

Vale anche la pena notare che le aziende possono adottare un approccio ibrido on-premise/cloud con AppFlowy, consentendo loro di mantenere le proprie istanze on-premise e sincronizzarle con il cloud solo quando necessario.

“Questo approccio fornisce una combinazione di esperienza offline e connettività cloud, a seconda delle esigenze e delle preferenze dell’utente”, ha affermato Wang. “I dati vengono utilizzati in un ambiente locale e possono essere caricati nel cloud quando gli utenti desiderano eseguirne il backup o condividerli. Tuttavia, gli utenti hanno anche la possibilità di sincronizzarsi continuamente.

Alla fine, AppFlowy Cloud sarà anche il biglietto per la monetizzazione dell’azienda, anche se inizialmente sarà offerto in modo completamente gratuito.

READ  Risultati del sondaggio settimanale: nessun telefono (1) accende un acceso dibattito, ma l'azienda deve dimostrare di essere all'altezza

“Abbiamo in programma di adottare un modello freemium per AppFlowy Cloud, il che significa che alcune funzionalità premium non saranno incluse nel livello gratuito”, ha affermato Wang. “Poiché queste funzionalità sono ancora in fase di sviluppo, al momento non è previsto alcun pagamento.”

La piattaforma cloud di AppFlowy è ora disponibile in beta privata, con un lancio pubblico completo previsto “presto”. La società ha anche affermato che sta lavorando su un’app mobile prevista per il lancio il mese prossimo, che aiuterà AppFlowy a funzionare completamente multipiattaforma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *