Adriatico. La successione di Tadezh Pogacar è aperta.

Adriatico.  La successione di Tadezh Pogacar è aperta.

Wout Van Aert e Primoz Roglic iniziano la loro stagione questo lunedì in Italia alla Tirreno-Adriatico, dove molti vogliono brillare attraverso le sette tappe con vari profili, in assenza del vincitore delle ultime due edizioni, Tadej Pogacar.

Nella Tirreno-Adriatico sono attesi Primoz Roglic e Wout Van Aert.

chiave di volta

“Pog” e Jonas Vingegaard, primo e secondo l’anno scorso nella “Course des deux mers” come preambolo della loro battaglia con Homer durante il Tour de France (vinto dal danese), continuano manu manu nella Parigi-Nizza di quest’anno.

Meno attraente è il Poster della Regata Italiana – 58° Edizione – che collega il Mar Tirreno con il Mar Adriatico, ed è indubbiamente più aperto. I più scrutinati saranno Wout Van Aert, per il suo ritorno sulla strada un mese dopo i Mondiali di Ciclocross, e Primoz Roglic, per i suoi primi colpi di pedale nel 2023.

Il 28enne belga, arrivato secondo nel 2021 alle spalle di Pogacar, sabato ha abbandonato la Stradi Bianche per migliorare la preparazione e “arrivare in perfette condizioni” alla Tirreno-Adriatico. Il leader della formazione Jumbo-Visma arriverà ad accelerare il passo verso i suoi principali obiettivi primaverili, il Giro delle Fiandre (2 aprile) e la Parigi-Roubaix (9 aprile).

Tempo di prova per iniziare

Ma Van Art non perderà occasione per vendicarsi dell’olandese Mathieu van der Poel, che lo ha privato del titolo di campione del mondo di ciclismo all’inizio di febbraio.

Il suo compagno di squadra Roglic, vincitore della “Bahrain Race” nel 2019, è arrivato “senza pressione e senza puntare a un risultato specifico”, secondo il direttore sportivo di Jumbo Meren Zeman. Il triplo vincitore del Giro di Spagna (dal 2019 al 2021) non corre dalla sua pesante caduta alla Vuelta di settembre. Il 33enne sloveno è stato operato alla spalla destra a ottobre per stabilizzarla.

READ  Tour de Ski 2024 - Richiedi il programma - Informazioni sportive - Sci

Altri animatori che dovrebbero partecipare alla Settimana italiana includono il vincitore del Giro australiano Guy Hindley (Bohra-Hansgrohe), lo spagnolo Mikel Landa (Bahrain) e il britannico Tom Pidcock (Ineos), il vincitore della Strade Bianche di sabato Brilliant. Sul versante svizzero, il Tudor Pro Cycling Team sarà primo con Simon Pellaud. Annunciati anche Michael Schär (AG2R) e Fabian Lienhard (Groupama).

Si prevede principalmente che i corridori del fine settimana, dopo un tempo di apertura molto piatto sulla costa ligure e due tappe promesse per i velocisti, con un arrivo al vertice venerdì, saranno degni di un Grand Tour e una tappa per i forti sabato , il giorno prima dell’arrivo.

TTY

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *