Un uomo nigeriano e sua moglie vietnamita sono stati arrestati in Vietnam con l'accusa di riciclaggio di denaro

Un uomo nigeriano e sua moglie vietnamita sono stati arrestati in Vietnam con l'accusa di riciclaggio di denaro

Le autorità vietnamite di Ho Chi Minh City hanno arrestato un uomo nigeriano di 28 anni, Ineh Davidson Caleb, insieme alla moglie vietnamita, Nguyen Thi Thanh Thuy, 35 anni, e altri 11 con l'accusa di riciclaggio di denaro e traffico di denaro transfrontaliero.

sospettato
sospettato

Secondo il notiziario straniero VN Express International di sabato, Caleb è accusato di aver ideato un piano che coinvolge più di 250 società false per riciclare denaro per criminali internazionali.

sospettato
sospettato

La dichiarazione recita: “Ineh Davidson Caleb, 28 anni, sua moglie vietnamita Nguyen Thi Thanh Thuy, 35 anni, e altri 11 sono stati arrestati dalla polizia di Ho Chi Minh con l'accusa di riciclaggio di denaro e traffico illecito transfrontaliero di fondi.

sospettato
sospettato

“All'inizio di questo mese, la polizia ha ricevuto segnalazioni di una società ucraina che era stata truffata da un gruppo criminale utilizzando indirizzi e-mail falsificati. La società ha accettato di trasferire fondi su alcuni conti bancari di HCMC su richiesta dei truffatori.

sospettato
sospettato

“Tracciando il flusso di denaro, la polizia ha scoperto che il denaro veniva trasferito più volte prima di essere ritirato e portato in Cambogia.

“Gli investigatori hanno poi scoperto che l'anello era quello di un gruppo straniero che collaborava con collaboratori vietnamiti. La polizia ha avviato un'indagine su larga scala sul gruppo, ha raccolto prove per confermare la loro precisa identità e ubicazione e ha stroncato le loro attività criminali in generale.

Gli investigatori hanno identificato 13 sospettati nel caso. Hanno scoperto che i sospettati costituivano un totale di 250 società, direttamente o assumendo qualcun altro per farlo. Hanno anche aperto conti bancari fraudolenti che hanno utilizzato per attività criminali, hanno detto gli investigatori.

READ  Inondazioni in Pakistan: 550 morti tra decenni di forti piogge

“La polizia ha poi identificato più di 100 conti bancari collegati al caso.

“Dopo aver raccolto tutte le prove digitali di cui avevano bisogno, le forze dell’ordine hanno fatto irruzione in 12 luoghi per sequestrare prove fisiche. A casa di Caleb e di sua moglie, le forze speciali hanno confiscato 234 sigilli appartenenti a società organizzate per il riciclaggio di denaro.

“Secondo le autorità, i criminali inducevano con l’inganno le società straniere a dare loro denaro che poi avrebbero trasferito a società con sede in Vietnam, fingendosi partner delle società ingannevoli. Questo denaro sarebbe stato poi trasferito a livello internazionale più volte prima di essere ritirato.

“Gli investigatori hanno rivelato che il denaro alla fine sarebbe stato trasferito alla struttura Yen Sao Kingfood in Le Dai Hanh Street nel distretto 11, e al Duc Long Gold Shop in Pham Van Hai Street nel distretto di Tan Binh. Il denaro sarebbe stato poi trasferito in Cambogia.” ha detto la polizia.

“I raid nei due luoghi sopra menzionati hanno portato alla confisca di 9 miliardi di VND (355.099 dollari) e 1,5 milioni di dollari in contanti, insieme ad altre valute estere.” Le prime indagini hanno rivelato che il valore totale delle transazioni illegali presso Duc Long Gold Shop ammontava a circa 13 trilioni di VND.

“Ulteriori indagini sul caso stanno continuando.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *