Un elemento di RNA trovato nei campioni dell’asteroide Ryugu

Un elemento di RNA trovato nei campioni dell’asteroide Ryugu

Questa è una grande e promettente scoperta che è stata appena condivisa da un team internazionale di scienziati guidati dal professor Yasuhiro Ohba dell’Università di Hokkaido. La loro analisi dei frammenti dell’asteroide Ryugu, prelevati e restituiti sulla Terra dalla sonda Jaxa Hayabusa 2 nel 2020, ha rivelato la presenza di uracile, una delle quattro basi nucleari che compongono l’RNA, nonché di niacina, una forma di vitamina B3. . ” Ciò si aggiunge all’evidenza che i mattoni della vita sono creati nello spazio e potrebbero essere stati consegnati sulla Terra dai meteoriti. Si può leggere nel comunicato stampa dell’annuncio.Questa scoperta è stata oggetto di un articolo scientifico pubblicato sulla rivista Comunicazioni sulla natura.

>> Leggi anche: La sonda Hayabusa 2 trasmette la sua prima immagine dell’asteroide Ryugu

L’uracile era già stato rilevato in campioni di meteoriti caduti sulla Terra, ma rimanevano dubbi su una possibile contaminazione da parte dell’uomo o dell’atmosfera. L’analisi dei campioni Ryugu esclude questa ipotesi. ” Poiché la sonda Hayabusa 2 ha prelevato due campioni direttamente dall’asteroide Ryugu e li ha consegnati sulla Terra in capsule sigillate, è possibile escludere qualsiasi contaminazione. dice il professor Uba.

I campioni A0106 e C0107 sono stati prelevati dall’asteroide Ryugu, rispettivamente, durante il primo e il secondo contatto con il suolo della sonda Hayabusa 2. © Yasuhiro Oba, et al. Comunicazioni sulla natura.

I campioni dell’asteroide Bennu atterrano presto sulla Terra

I ricercatori avevano a disposizione circa 10 milligrammi di frammenti prelevati da due diversi punti dell’asteroide. Per estrarre le molecole di uracile e niacina, hanno prima immerso i campioni in acqua calda prima di analizzarli utilizzando la cromatografia liquida accoppiata e lo spettrofotometro ad alta risoluzione. ” Nel campione sono state trovate anche altre molecole biologiche, tra cui una selezione di amminoacidi, ammine e acidi carbossilici presenti rispettivamente nel metabolismo proteico e nel metabolismo. Gli scienziati scelgono.

READ  Il centro spaziale ha compiuto progressi nello studio del fondo geologico della zona di atterraggio "Tianwen-1" - Scientific Exploration-cnBeta.COM

D’ora in poi, il professor Oba e il suo team attendono con ansia il ritorno della sonda spaziale sulla Terra dalla missione OSIRIS-REx, che mira a restituire i campioni raccolti sull’asteroide Bennu il prossimo settembre. Ritengono che l’analisi comparativa con i risultati dei campioni Ryugu dovrebbe rafforzare le teorie sull’origine degli elementi favorevoli all’emergere della vita sulla Terra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *