Uber Eats lancia un feed video simile a TikTok per aumentare la scoperta

Uber Eats lancia un feed video simile a TikTok per aumentare la scoperta

Crediti immagine: TechCrunch

Uber Eats sta lanciando un breve feed video simile a TikTok per aumentare la scoperta e aiutare i ristoranti a mostrare i loro piatti. Il nuovo feed è in fase di test a New York, San Francisco e Toronto, ha dichiarato in esclusiva a TechCrunch Awanesh Verma, responsabile globale del prodotto dell'azienda. L'azienda prevede di lanciare il feed in tutto il mondo in futuro.

Con questo lancio, Uber Eats si unisce ora a molte altre app popolari che hanno lanciato i propri brevi feed video in seguito all’aumento di popolarità di TikTok, tra cui Instagram, YouTube, Snapchat e Netflix, solo per citarne alcuni. TechCrunch ha anche recentemente appreso che LinkedIn ha iniziato a sperimentare il proprio feed simile a TikTok.

I nuovi brevi video di Uber Eats vengono visualizzati nei caroselli posizionati nell'app, inclusa la schermata principale. Dopo aver toccato l'anteprima del video, entrerai in un feed verticale di brevi contenuti che puoi scorrere. Vedrai solo i contenuti dei ristoranti abbastanza vicini da poterti consegnare.

Verma afferma che il feed è progettato per replicare l'esperienza di essere di persona in un ristorante, vedere le persone preparare il cibo e ispirarle a provare qualcosa di nuovo. Mentre navighi, potresti vedere il video di una gelateria che prepara un frappè alla Nutella o il video di un ristorante indiano che confeziona il riso separatamente dal curry in modo che non diventi fradicio quando viene consegnato a casa tua. una casa.

“I primi dati mostrano che le persone stanno diventando più sicure nel provare nuovi piatti e provare cose che altrimenti non proverebbero”, ha detto Verma. “Anche le piccole cose, come la possibilità di vedere la consistenza, i dettagli sulle dimensioni della porzione o il contenuto del piatto, sono state davvero fonte di ispirazione per i nostri utenti.”

Crediti immagine: Uber mangia

Uber Eats sottolinea che i video non sono pubblicità, in quanto la società non addebita ai commercianti alcun costo per il posizionamento dei contenuti.

READ  6 sondaggi che ti prepareranno alla rottura

Molti ristoranti gestiscono account di social media su app come Instagram e TikTok per raggiungere nuovi clienti e mostrare il loro cibo utilizzando brevi video. Consentendo ai commercianti di condividere brevi video direttamente nell'app Uber Eats, l'azienda aiuta i ristoranti a raggiungere direttamente i clienti quando stanno decidendo cosa ordinare. Per quanto riguarda i consumatori, molte persone stanno già utilizzando i social media per scoprire nuovi posti e piatti da provare, quindi Uber Eats probabilmente spera che il suo nuovo feed incoraggi gli utenti a provare a trovare ispirazione direttamente all'interno della propria app.

Alcuni utenti potrebbero non vedere il lancio come una gradita aggiunta all'app, poiché potrebbero sentirsi sopraffatti dall'enorme quantità di diversi feed video brevi nelle app più popolari. Sebbene possa avere senso avere brevi video nelle app di intrattenimento e di social media, inserirli in un'app di consegna di cibo potrebbe non essere un'opzione adatta per alcuni.

Verma ha anche condiviso che, per fornire un maggiore supporto ai commercianti, la società ha rinnovato Uber Eats Manager e ha aggiunto consigli personalizzati sulla crescita. Il software è ora in grado di incoraggiare i ristoranti a far crescere la propria attività facendo cose come lanciare una promozione su un piatto particolare o aggiungere foto ai menu.

Inoltre, quest’estate l’azienda lancerà una nuovissima app per i gestori dei ristoranti, progettata per rendere più semplice per i ristoranti essere più proattivi in ​​movimento. Ad esempio, l'app può avvisare il direttore di un ristorante che il suo negozio ha problemi o che potrebbe voler aumentare le vendite con nuovi annunci.

Uber Eats ha annunciato oggi di avere più di un milione di commercianti in tutto il mondo sulla sua piattaforma, in 11.000 città in sei continenti.

READ  Panasonic LZ2000 - TV OLED con funzionalità di gioco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *