Tra pioggia e anticicloni, il trend a metà maggio «3B Meteo

momento della lettura
1 minuto e 10 secondi
Anomalie di temperatura secondo Ecmwf

19-25 aprile: Possibili anomalie geografiche a 500 hPa mostrano valori positivi lontano dal Mediterraneo e concentrati vicino alla Gran Bretagna. Condizioni di instabilità continuano a interessare la penisola a cui giungono le pulsazioni d’aria fresca. Tuttavia, alla fine del periodo, è previsto un miglioramento delle condizioni meteorologiche dovuto all’aumento della pressione atmosferica. Le temperature sono inferiori alla media ma tendono ad aumentare gradualmente.

Anomalia geologica a 500 hPa secondo Ecmwf
Anomalia geologica a 500 hPa secondo Ecmwf

26 aprile – 2 maggio: In questo momento, le aberrazioni geospaziali a 500 hPa mostrano un nuovo aumento sulla Groenlandia. Ciò indica che l’Europa centro-occidentale può essere influenzata da pressioni più basse, che sono alimentate da aria fredda e instabile da latitudini più elevate. In questo caso, le nostre regioni centro-settentrionali potrebbero essere interessate dal passaggio dei disordini Con piogge sparse e temperature leggermente al di sotto della media. Al sud il clima è più stabile e caldo in quanto risente maggiormente dell’anticiclone alimentato dalle masse d’aria calda provenienti dal Nord Africa.

Anomalia geologica a 500 hPa secondo Ecmwf
Anomalia geologica a 500 hPa secondo Ecmwf

3-9 maggio: La distribuzione delle anomalie geotropiche sarebbe coerente con un clima più stabile e caldo ma soprattutto nel centro-sud a causa dei controaffioramenti subtropicali. Il Nord Italia, che è stato colpito da nuove infiltrazioni, è più vulnerabile a condizioni precarie, soprattutto nelle regioni alpine e prealpine. Le temperature generalmente salgono a valori climatici superiori alla media, soprattutto nel sud.

Anomalia geologica a 500 hPa secondo Ecmwf
Anomalia geologica a 500 hPa secondo Ecmwf

Per maggiori dettagli sulla previsione, vedere la sezione appropriata Meteo Italia.


Segui @ 3Bete su Twitter


READ  Inizia l'indagine sul crollo di una metropolitana in Messico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *