Storia: grazie ad Amiens UC, Fabé Dia ha potuto partecipare ai Giochi di Sydney

Storia: grazie ad Amiens UC, Fabé Dia ha potuto partecipare ai Giochi di Sydney

Piccardia Fabé Dia si è distinta ai Giochi Olimpici di Sydney del 2000 quando ha indossato una maglia dell’Amiens UC. Ha partecipato anche a quelle di Atene nel 2004, come supplente nella staffetta tricolore 4 x 100 metri.

A Sydney il team francese con Fabi Dia ha fatto segnare il secondo miglior tempo, ma in finale è rimasto ai piedi del podio, conquistando solo il quarto posto. Il quarto posto è il più deludenteha dichiarato Fabi Dia. È eccellente e deludente perché non c’è medaglia quando arrivi quarto. Certo, siamo delusi, ma è comunque arrivato quarto in finale. » La squadra francese era composta da star dello sprint come Muriel Hortis e Christine Aron Con i quali non era facile trattare, visto il loro status stellare.

Che bei ricordi di Sydney!

Tornato nel sud della Francia, Fabi Dia, 46 anni, ha voluto ricordarci i suoi ricordi: “Sono stato selezionato per due Olimpiadi e questo è stato un enorme motivo di orgoglio per me, perché era così Un sogno diventato realtà. Di questa fantastica esperienza vissuta solo da pochi atleti, ho ricordi straordinari impressi nella memoria: la cerimonia di apertura, l’ingresso allo stadio per la staffetta 4 x 100, il Villaggio Olimpico, l’incontro con Carl Lewis, l’allenamento di Michael Johnson sul francese campo della nazionale, lo spirito di squadra…
Questa esperienza mi ha permesso di entrare nel mondo dei più grandi dello sport e diventare un atleta olimpico, il che significa che ancora oggi so che se voglio essere nell’élite della mia attività, Lavora sodo e fai sacrifici Per raggiungere gli obiettivi che mi sono prefissato.

L’università americana del Cairo è stata la possibilità di fare un passo (…) più professionale

Il tempo che ho trascorso all’Amiens University Club è stato solo positivo Perché è con questo club che ho passato tutta la mia carriera ad alto livello. Ho iniziato Atletica dell’Oise meridionale Come minimo, poi, era il trasferimento al grande club della Piccardia all’AUC che rappresentava la possibilità di fare un passo in un mondo più professionale, perché il sostegno finanziario era più importante. Porte aperte per meVita quotidiana più facilecon fisiologia, osteopatia, ecc.

Amiens UC, per me, lo è Club, momenti indimenticabili e unici, grande squadra. Nel 2000 sono partito per allenarmi all’INSEP ma sono tornato ogni settimana Con i miei genitori nell’oasi. D’altra parte, ho davvero lasciato la Piccardia alla fine del 2003, a Vivere e allenarsi in Italia. Così sono partita per prepararmi alle Olimpiadi di Atene in Veneto. Ma Piccardia sempre nel mio cuorenonostante la distanza.

Attività fisica e salute mentale

Oggi, Sono un allenatore sportivo. Sono già in Italia da molti anni. Accompagno le persone a raggiungere i loro obiettivi, sia per la perdita di peso, l’aumento di peso, il fitness, l’aumento di massa, l’allenamento per donne incinte, bambini e adolescenti. Come allenatore, mi piacerebbeMigliorare la salute mentale dei miei allenatori Attraverso l’attività fisica… E funziona !

In Provenza verde (Territori del dipartimento del Var, regione di Brignoles e massiccio della Sainte-Baume, ndr) Ed è la nuova terra accogliente che ho davvero del potenziale Istruisci coloro che confidano in me E vivere veramente la mia professione con passione. Mi sento così soddisfatta e felice di aiutare persone di tutte le età e livelli di abilità. Seguo anche due giovani tenniste per migliorare la loro condizione fisica. »

Lionel Herbet
Credito immagine: DR e Instagram fabi dia

READ  Olympiacos: "Il passaggio di Tsimica a ... - Sportdog.gr - Notizie sportive | Notizie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *