Italia – Jan Karamoh è vittima di grida razziste: il suo agente soffre il silenzio della Federazione italiana

Italia – Jan Karamoh è vittima di grida razziste: il suo agente soffre il silenzio della Federazione italiana

Ne ha parlato Bruno Scrubetta, agente dell’attaccante del Torino Jan Karamoh Tuttosport A riaccendere le polemiche per gli insulti razzisti cui il giocatore è stato sottoposto durante il match contro la Lazio allo Stadio Olimpico. Tuttavia, queste urla razziste non hanno portato ad alcun rinvio da parte della Federcalcio italiana (FIGC: Federazione Italiana Giuoco Calcio).

Quello che è successo a Liane sabato è semplicemente inaccettabile e inimmaginabile. Gli sono vicino e sono davvero sorpreso che le autorità non si siano ancora occupate di questo caso. La bestemmia razzista è una vergogna, e non dovrebbe accadere per nessun motivo: né in Italia né nel mondo: il calcio è sinonimo di partecipazione, questa disparità di trattamento è inaccettabile. Queste cose fanno male. Anche i suoi compagni di squadra lo hanno sostenuto, ma spettava alle autorità impedire queste cose. Jan ha ricevuto molti messaggi di supporto e ne siamo contenti: significa che il problema c’è. Il club è naturalmente anche dalla parte di Yan, che si è lasciato alle spalle questo episodio e vuole tornare ai massimi livelli, com’era prima dell’infortunio.ha spiegato l’agente del giocatore ivoriano.

READ  Sei paesi: la Francia è il più grande vincitore del primo giorno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *