Si chiudono i seggi per il ballottaggio presidenziale fortemente contestato in Liberia | Notizie sulle elezioni

Si chiudono i seggi per il ballottaggio presidenziale fortemente contestato in Liberia |  Notizie sulle elezioni

L’ex calciatore in carica George Weah, affronta il veterano rivale politico Joseph Boakai.

Si sono chiusi i sondaggi per il ballottaggio presidenziale della Liberia, in cui gli elettori hanno scelto se conferire all’ex stella del calcio George Weah un secondo mandato o eleggere il politico veterano Joseph Boakai.

Nel primo turno, svoltosi il 10 ottobre, Weah (57 anni) ha ricevuto il 43,83% dei voti mentre Boakai (78 anni) ha ricevuto il 43,44%. Il margine di soli 7.126 voti del presidente in carica ha creato attesa per un secondo turno molto combattuto martedì.

Questa è stata la quarta elezione presidenziale del dopoguerra in Liberia e la prima senza la presenza della missione delle Nazioni Unite, che in precedenza aveva fornito supporto alla Commissione elettorale nazionale.

Il primo semestre è controverso

Weah, che è più popolare tra i giovani, ha chiesto più tempo per mantenere le sue promesse di reprimere la corruzione e migliorare le condizioni di vita in uno dei paesi più poveri del mondo. La Liberia soffre ancora gli effetti di due guerre civili dal 1989 al 2003 e dell’epidemia di Ebola del 2013-2016, che ha ucciso migliaia di persone.

Weah ha detto di aver sostenuto l’istruzione, costruito strade e ospedali e portato l’elettricità nelle case.

Il presidente liberiano George Weah esprime il suo voto al ballottaggio presidenziale a Monrovia, in Liberia, il 14 novembre 2023 [AP Photo/Rami Malek]

Tuttavia, i suoi critici, incluso Boakai, hanno sottolineato i suoi scarsi risultati in termini di corruzione, elevata disoccupazione giovanile e difficoltà economiche generali.

“C’è una discrepanza tra parole e azioni”, ha affermato Ibrahim Al-Bakri Nayi, direttore del Dokor Institute for Social and Economic Research con sede a Monrovia.

Boakai, che è stato vicepresidente dal 2006 al 2018, ha una vasta esperienza nel settore pubblico e privato, ma l’età di 78 anni rappresenta uno svantaggio.

READ  Afreximbank partecipa al primo vertice africano sul clima
Joseph Boakai saluta i suoi sostenitori durante un comizio elettorale a Monrovia il 7 ottobre 2023 [Carielle Doe/Reuters]

Weah e Boakai hanno ricevuto l’appoggio dei candidati che hanno perso al primo turno.

Il fattore decisivo potrebbe essere il modo in cui verrà deciso il ballottaggio per il 6% degli elettori i cui voti sono stati eliminati al primo turno.

Anche l’affluenza alle urne potrebbe essere fondamentale, ha affermato Lawrence Yellow, che dirige il gruppo della società civile Accountability Lab Liberia.

Si prevede che il tasso di partecipazione sarà inferiore al record del 79% registrato il 10 ottobre, quando le elezioni presidenziali si sono svolte insieme a quelle parlamentari.

Sebbene la situazione fosse generalmente pacifica, nel periodo precedente alle elezioni si sono verificati diversi scontri tra fazioni rivali. Martedì non sono stati segnalati incidenti gravi o violenze.

Il capo della missione di osservazione elettorale dell’ECOWAS in Liberia, Attahiru Jega, ha elogiato “la calma e l’ordine prevalenti nei vari seggi elettorali visitati” intorno a Monrovia.

L’economia della Liberia è cresciuta del 4,8% nel 2022, trainata dalla produzione di oro e da un raccolto relativamente buono, ma oltre l’80% della popolazione deve ancora affrontare problemi moderati o gravi per procurarsi cibo a sufficienza, ha affermato la Banca Mondiale a luglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *