Segnalazione. L'Acquario Grau du Roy è riconosciuto come centro di cultura scientifica e vi spieghiamo perché e cosa sta cambiando

Segnalazione.  L'Acquario Grau du Roy è riconosciuto come centro di cultura scientifica e vi spieghiamo perché e cosa sta cambiando

L'Acquario di Grau-du-Roi, nel Gard, è riconosciuto Centro di Cultura Scientifica dall'Associazione dei Musei e dei Centri di Sviluppo della Cultura Scientifica, Tecnica e Industriale (AMCSTI). È il primo acquario del Mediterraneo ad ottenere questo riconoscimento.

Per il suo impegno a favore della cultura e della scienza, il Seaquarium ha appena aderito AMCSTI, rete nazionale per la cultura scientifica e tecnica Con il sostegno del Ministero dell'Istruzione Superiore e della Ricerca Scientifica. Questa rete conta 270 membri a livello nazionale, di cui 24 in Occitania.

È un processo lungo e riconosce il nostro lavoro. Siamo un centro che media e diffonde informazioni tra il grande pubblico per fornire conoscenze sul mondo marino.

Jean-Marc Grol

Direttore del Museo Marittimo Grau du Roy

La discriminazione premia l’impegno pelvico. Fondato nel 1985, il Seaquarium Institut Marin ospita oggi più di 2.400 metri quadrati dedicati alla vita marina e più di 2.000 pesci del Mediterraneo e dei tropici.

Il Marine Institute Aquarium è diventato un ente pubblico locale nel 2022 e continua il suo lavoro di ricerca e di miglioramento della conoscenza dei fondali marini iniziato più di 30 anni fa.

Attraverso le spedizioni scientifiche organizzate dal Seaquarium Marine Institute, il Seaquarium si propone di comprendere meglio la meccanica del mondo marino per poi trasmetterla ai visitatori. Mostre, padiglioni, dibattiti… Sono più di 45 le attività che si svolgono ogni anno in questa direzione.

Attraverso diverse iniziative, il Seaquarium Marine Institute contribuisce alla conservazione degli ecosistemi marini realizzando progetti di ricerca e monitorando le popolazioni delle specie. Dal 2012, in particolare, funge da osservatore e da allerta sul numero di cavallucci marini intorno al banco dell'Espeguet.

READ  Hubble rileva un pianeta gigante che divora polvere e gas

Il Seaquarium Institut Marin accoglie numerosi gruppi scolastici durante tutto l'anno, hanno constatato Thierry Willey ed Enrique Garibaldi il 3 giugno.

Aderendo ad AMCSTI, il Seaquarium Marine Institute entrerà a far parte della rete nazionale dell'associazione. Attraverso gli scambi e la condivisione delle conoscenze, sarà in grado di espandere le sue possibilità di sviluppare sistemi di mediazione. Per Jean-Marc Grol, direttore del Seaquarium Institut Marin, questa adesione consente proprio questo “Rafforzare l’impegno per preservare il nostro ambiente, cercando al contempo una migliore comprensione delle problematiche per consentire ai residenti di comprenderle appieno“.

Quando comprendiamo meglio gli ecosistemi e le questioni ambientali, siamo più propensi a proteggerli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *