Questo ‘grattacielo’ medievale italiano rischia di crollare

Questo ‘grattacielo’ medievale italiano rischia di crollare

Nel corso della seduta del consiglio comunale del 23 ottobre, Matteo Lepore ha affermato di volersi astenere dall’entrare in dibattiti politici sulla questione, “Non che non voglia partecipareha chiarito, ma perché credo che quando si devono prendere decisioni importanti, soprattutto sulla linea di condotta da seguire dal punto di vista istituzionale, sia opportuno farlo con calma e in piena coscienza “.

La Garisenda, una delle due torri della città, esiste dal 1119. Il suo cedimento è un problema noto da anni. Originariamente misurava 60 metri di altezza, ma fu abbassata nel XIV secoloe secolo a circa 48 metri, a seguito di preoccupazioni circa l’instabilità del terreno sottostante. È inclinata di un angolo di circa quattro gradi, molto simile a quella della famosa Torre Pendente di Pisa, l’edificio pendente più famoso d’Italia (attualmente inclinata di poco meno di quattro gradi).

L’area rimarrà chiusa per alcuni giorni in modo che le autorità possano monitorare eventuali segni di stress o altre crepe.

Foto: Alberto Masnovo/Getty Images

I grattacieli italiani non sono gli unici a sperimentare questo tipo di contrattempi. La Millennium Tower di San Francisco sta affondando ad una velocità di circa 10 cm all’anno, mentre il Crooked House, un pub in Inghilterra, è affondato lentamente nel corso del XIX secolo.e secolo, metà dell’edificio era circa 1,5 metri più bassa dell’altra (l’edificio fu distrutto da un incendio lo scorso agosto). La Champlain Towers South, un edificio a Surfside, in Florida, crollato nel 2020, aveva mostrato segni di cedimento sin dagli anni ’90, anche se gli esperti concordano che non è l’unica ragione del suo crollo.

Se si crede all’intervento del sindaco Matteo Lepore al Comune di Bologna, a breve l’area circostante Garisenda dovrebbe essere nuovamente accessibile. Ha anche indicato che, indipendentemente dai risultati dei sensori e dei monitor, era determinato a preservare la torre con ogni mezzo: “ [La Garisenda est] un simbolo della nostra città, proprio come la Torre degli Asinelli “, ha dichiarato, aggiungendo che ” proteggerebbe il monumento “.

Articolo originariamente pubblicato su ANNO DOMINI. NOI.

READ  Euro 1968-Giacinto Facchetti, capitano vittorioso ma fortunato (11/23)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *