Questo buco nero ingoia l’equivalente della Terra ogni secondo

Gli astronomi affermano di aver isolato il buco nero più luminoso e in più rapida crescita che sia esistito negli ultimi nove miliardi di anni. Il motivo è che sta morendo di fame. Questo ghoul cosmico è tre miliardi di volte più grande del sole che già consuma l’equivalente del nostro pianeta in materia ogni secondo.

Incredibile buco nero

Veri e propri pozzi nel tessuto dello spaziotempo, i buchi neri sono intrinsecamente invisibili, perché non emettono luce. A sua volta, la sua intensa gravità attira la materia così rapidamente che si trasforma in un plasma super caldo. Questo processo emette luce in un anello attorno al buco nero chiamato disco di accrescimento.

Un team australiano ha annunciato la scoperta di uno di questi dischi. Non è la prima volta che viene avvistato. D’altra parte, questo significa Brillantezza eccezionale. come tale ricercatorii confini di un buco nero sono così impressionanti che persino gli astrofili possono vederli con un telescopio abbastanza potente puntato esattamente nella parte giusta del cielo.

Questo buco nero, chiamato J1144, è circa Cinquecento volte maggiore dell’arco a*il buco nero supermassiccio nel cuore della Via Lattea, il cui disco contiene Girato di recente. Intorno al corpo viene emesso anche un anello di plasma super caldo 7000 volte più luce dalla nostra intera galassia. Gli astronomi hanno scoperto questo gigante nei dati dello SkyMapper Southern Sky Survey della Australian National University. Questo è un progetto per mappare l’intero cielo nell’emisfero australe.

Immagine concettuale del primo piano del disco di accrescimento e dell’orizzonte degli eventi di un buco nero. Crediti: AlexAntropov86

Il ghoul non fu mai soddisfatto

Questa straordinaria brillantezza è dovuta a appetito vorace da questo buco nero. Supera in egual misura gli altri buchi neri supermassicci. Questo oggetto in realtà divora così tanto materiale che ha il suo orizzonte degli eventi (il confine dove nulla può sfuggire) Eccezionalmente spazioso. Per darti un’idea delle loro dimensioni, dì a te stesso che le orbite di tutti i pianeti del nostro sistema possono stare al loro interno.

READ  I continenti si dividono, gli oceani scompaiono, alcuni nascono ... Sono 40 secondi di miracoli | Tecnologia | Terra | Scienza | Notizie di scienza | Notizie sulla tecnologia Malayalam

Questo ghiottone cosmico solleva le domande degli astronomi. Di solito, i tassi di crescita di questi corpi tendono a rallentare man mano che diventano più massicci. Si ritiene che ciò sia dovuto all’aumento di Radiazione Hawking, radiazione termica presumibilmente emessa dai buchi neri a causa degli effetti della meccanica quantistica. Il team sta ora cercando di determinare perché il buco nero continua a mangiare così tanto. Si noti che lo studio non è stato ancora completato Revisione tra pari. Se accettato, sarà pubblicato nelle Publications of the Astronomical Society of Australia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.