Hanno trovato un nuovo tipo di Coronavirus all’interno di San Paolo

Gli scienziati hanno annunciato questo martedì La presenza di un nuovo tipo di Coronavirus in Brasile, già individuato in 21 comuni di San Paolo, Uno degli stati più colpiti dall’epidemia, che ha già ucciso più di 450.000 persone in tutto il Brasile.

Società brasiliana di virologia (SBV) Il nuovo ceppo è stato chiamato P.4 e ha dichiarato in una nota che conteneva la mutazione L452R nella proteina “spike” del virus., La modifica è presente anche nella variante indiana (B.1.617).


I ricercatori ritengono che possa essere derivato dalle stesse proporzioni che hanno dato origine a Pagina 1, Che è stato scoperto per la prima volta a Manaus, in Amazonas, ed è stato considerato dall’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) come una forma di “ansia”.

Dal 4 maggio, quando è stato identificato per la prima volta in un campione, il cosiddetto P.4 è stato trovato in 21 comuni dell’interno di San Paolo e in almeno uno di essi, Puerto Ferrara, sarà già commerciato liberamente.

Non ci sono ancora informazioni sul fatto che questo nuovo ceppo sia più trasmissibile, come nel caso di P.1, che aumenta l’infezione di tre volte.Secondo il ministero della Salute brasiliano, tra marzo e aprile ha causato un crollo dei servizi igienico-sanitari nella maggior parte del paese, o ha combattuto uno dei suoi predecessori.

Tuttavia, la presenza della mutazione L452R, che si trova anche nel tipo di virus che è stato scoperto in California (Stati Uniti), è più fortemente correlata con l’infezione e apparentemente le consente di sfuggire agli anticorpi generati da pazienti che hanno avuto in precedenza il malattia.


Questa nuova scoperta, a cui hanno partecipato diverse istituzioni accademiche, come la Polista State University (Unesp), coincide con il recupero dei casi di virus Covid-19, una malattia che causa il Coronavirus, nel Paese, di cui 452031 e 16 , 2 milioni di positivi si accumulano in cinque Solo dieci mesi.

Il Brasile, con una popolazione di 212 milioni di abitanti, è il secondo paese con morti registrate legate alla malattia, dopo gli Stati Uniti, e il terzo con il maggior numero di infezioni dopo il Nord America e l’India.

La diffusione del virus gigante SARS-CoV-2 in America Latina si è trasformata in una “piega” di nuove varianti dell’agente patogeno, secondo diversi epidemiologi.

Oltre alla Pagina 1, la Pagina 2 è apparsa anche a Rio de Janeiro, nel set “Variables of Importance” dell’OMS.

Allo stesso modo, gli scienziati hanno identificato un altro potenziale ceppo brasiliano nell’area metropolitana di Belo Horizonte che ha sviluppato P.1 (P.1.2), che all’inizio di maggio era responsabile di quasi il 6% dei casi di coronavirus registrati nello stato. Da Rio de Janeiro.

READ  La maestria e la competenza dei metalli vichinghe si sono sviluppate dall'VIII al IX secolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *