Presidente Alar Karis: L’Estonia segue da vicino gli sviluppi in Bielorussia | Notizia

Presidente Alar Karis: L’Estonia segue da vicino gli sviluppi in Bielorussia |  Notizia

Il Presidente ha espresso le sue osservazioni durante un incontro con il suo omologo lituano, il Presidente Gitanas Nauseda, mentre partecipava al vertice dell’Iniziativa dei Tre Mari (3SI) questa settimana a Bucarest, in Romania.

I due leader hanno discusso delle questioni relative al vertice e alla sicurezza della regione baltica, mentre il presidente Kares ha osservato: “Possiamo vedere che la Russia sta pianificando di aumentare significativamente la sua presenza militare ai confini degli Stati baltici e in Bielorussia, dove Wagner è presente.” Sono di stanza anche i combattenti”.

Dopo il fallito colpo di stato nel sud della Russia a metà estate, i mercenari del Gruppo Wagner, ormai senza leader, furono “esiliati” in Bielorussia. Si teme che possano tentare di impigliarsi nei migranti che cercano di entrare nell’UE, e i servizi di sicurezza bielorussi spesso li spingono a farlo.

La Bielorussia confina con la Lituania – la cui capitale, Vilnius, non dista più di 30 chilometri dal confine – e con Lettonia e Polonia, per quanto riguarda l’Unione Europea.

Il capo dello Stato estone ha aggiunto, attraverso un comunicato stampa, che “l’approccio destabilizzante della Russia non cambierà” e ha sottolineato la disponibilità dell’Estonia ad aiutare la Lituania a rispondere alle crisi ibride, come è avvenuto durante la crisi dei migranti nell’estate e nell’autunno del 2021.

In questo contesto, la cooperazione baltica in tutti i settori, soprattutto a livello NATO e UE, è cruciale, ha osservato il presidente Karis. Ciò rende la difesa vincente nel contesto di entrambe le organizzazioni. Di base.

Il presidente Karis ha inoltre augurato al presidente Nauseda e alla Lituania un buon coordinamento nella preparazione del prossimo vertice 3SI, previsto a Vilnius la prossima primavera.

READ  Il ministro Aditya Thackeray firma un accordo per combattere l'inquinamento da plastica a Davos

Il presidente Karis ha incontrato questa settimana anche Ahmed Afif, vicepresidente delle Seychelles, e ha colto l’occasione per esprimere il suo apprezzamento per il voto della nazione insulare dell’Oceano Indiano a favore di tutte e sei le risoluzioni delle Nazioni Unite sull’Ucraina. “Insieme, i piccoli paesi possono rendere il mondo un posto migliore”, ha detto Karis.

Il presidente Alar Karis con il vicepresidente Ahmed Afif delle Seychelles. fonte: Ufficio del Presidente della Repubblica di Estonia.

Il presidente Karis ha anche sottolineato l’importanza di affrontare questioni ambientali come il cambiamento climatico, nel contesto delle nazioni insulari come le Seychelles in particolare, e ha invitato il vicepresidente Afif e il suo paese a partecipare alla “Giornata mondiale della pulizia” istituita in Estonia. E questo alla fine della prossima settimana.

Segui le notizie ERR su Facebook E Twitter E non perdere mai un aggiornamento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *